9 dicembre 2016

Futsal – Serie A2, Futsal Isola, Mazzuca e Zaza, beata gioventù

 

 

Beata gioventù. Mattia Mazzuca, Daniele Zaza. Il futuro della Futsal Isola c’è. Dietro di loro un manipolo di ragazzotti pronti a prendersi la ribalta. Non oggi, non domani forse. “Ma stiamo portando avanti un percorso che darà i suoi frutti” dice Gustavo Arribas. Capitano, bandiera, allenatore dell’under 21 e della juniores. A lui il compito di tirar fuori lo zoccolo italiano dei prossimi anni. “L’esordio in campionato di Mattia Mazzuca (aveva già calcato la serie A lo scorso anno) e Daniele Zaza (per lui prima assoluta) contro il Catania è un sogno che si realizza. Sono felicissimo. Sono ragazzi di Fiumicino, come d’altronde tutta l’under 21 e juniores. Giocano per la loro città. Questo si vede. Abbiamo iniziato tre anni fa insieme e i progressi, se mi guardo indietro, sono enormi. Con le giovanili stiamo facendo qualcosa di eccezionale. Mancano i risultati, quello sì, ma nessuno se ne preoccupa. Anche se qualcuno ci prenderà per pazzi, siamo sicuri che nei prossimi anni moltissimi ragazzi giocheranno in pianta stabile in serie A. Ci metto la firma. Quest’anno? Ripeto i risultati sono bugiardi. A parte quelle due o tre squadre che fanno un campionato a sé, con le altre abbiamo sempre giocato alla pari se non meglio. Dobbiamo crescere, perché in questi casi i dettagli fanno sempre la differenza. Ma siamo tranquilli: sappiamo da dove siamo partiti e sappiamo dove vogliamo arrivare. Ce l’eravamo detti, i primi tre anni sarebbero stati duri. I ragazzi però hanno saputo soffrire, chinato la testa, lavorato duro e ora nel girone di ritorno mi aspetto quella maturazione che ci porterà il prossimo anno a vedere dei frutti che a oggi sembrano lontani. Mazzuca e Zaza sono solo la punta di un iceberg. Ci sono tanti ragazzi in rampa di lancio che rappresentano il futuro di questa società”.