3 dicembre 2016

Il prototipo a guida autonoma di PSA Peugeot Citroën percorre 3.000 km sulle strade europee

Dopo aver fatto il suo debutto il 2 ottobre percorrendo il tragitto Parigi – Bordeaux, di recente il prototipo a guida autonoma di PSA Peugeot Citroën ha varcato la frontiera francese per completare un percorso di circa 3.000 km da Parigi a Madrid, passando per Vigo. Al prototipo è stata riservata una calorosa accoglienza dal vice primo ministro spagnolo Soraya Sáenz de Santamarίa, che ha dichiarato: “Oggi il futuro è già sotto i nostri occhi. Prima ancora di rendercene conto, questo veicolo sarà il normale mezzo di trasporto.” Sulla via del ritorno, il prototipo ha attraversato Perpignan, Marsiglia e Lione prima di ritornare al Centro tecnico del Gruppo a Vélizy. La guida autonoma è stata utilizzata per tutto il viaggio sui tratti di strada autorizzati, senza il coinvolgimento del conducente. La vettura ha regolato autonomamente la sua velocità e cambiato corsia per effettuare i sorpassi, tenendo conto della presenza degli altri veicoli, dei limiti di velocità e dell’infrastruttura stradale. Il Gruppo è stato il primo costruttore, in luglio 2015, ad avere ottenuto le autorizzazioni per effettuare dei test su strada aperta in Francia con quattro prototipi che, finora, hanno percorso più di 10.000 chilometri di test. Nel 2016, PSA disporrà di circa 15 prototipi simili nella sua flotta. L’estensione dell’autorizzazione alla Spagna permette alle equipe di R&D di sviluppare le funzioni del veicolo con guida autonoma oltre la rete stradale francese. Commentando questo viaggio su strada, Gilles Le Borgne, Vice-Presidente esecutivo per la Ricerca e Sviluppo di PSA Peugeot Citroën, afferma: “Sono orgoglioso che il veicolo con guida autonoma sia sviluppato dalle nostre equipe nei centri tecnici della regione parigina attraversando le frontiere europee. Il viaggio in Spagna è stato possibile perché abbiamo lavorato a stretto contatto con il Centro di Tecnologia Automobilistica della Galizia (CTAG) soprattutto per affrontare le sfide dell’interfaccia uomo-macchina nella guida in modo autonomo. Quest’impresa è una tappa fondamentale per delineare la mobilità del futuro.”

About Emanuele Bompadre 8223 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.