9 dicembre 2016

Eur – Lavorava come addetto alle pulizie, ma aveva documenti falsi ed un mandato di cattura europeo

 

Nell’ambito del rafforzamento dei controlli che hanno interessato, tra l’altro, anche i luoghi di aggregazione giovanile e quelli in cui vengono svolte competizioni sportive, gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Esposizione, ieri, hanno arrestato un 23enne rumeno.

Il giovane stava lavorando come addetto alle pulizie durante un concerto.

Le preventive attività d’indagine effettuate dagli investigatori avevano portato a sospettare di un addetto alle pulizie.

Proprio durante l’evento di ieri, controllando i documenti dei lavoratori presenti, gli agenti hanno bloccato il 23enne, nonostante lo stesso avesse fornito un documento – apparentemente valido – con un nominativo diverso dalle risultanze investigative.

Approfondendo gli accertamenti negli uffici di Polizia è emerso che la carta d’identità emessa dalle autorità rumene fornita dal giovane era falsa; il suo vero nome infatti era un altro, a carico del quale c’era un mandato di cattura europeo con un pena di 2 anni e 4 mesi da scontare a seguito di una condanna per furto aggravato e violazione di domicilio.

O.C.M., queste le sue iniziali, oltre ad essere arrestato perché ricercato, è stato anche denunciato false attestazioni sulle proprie generalità.

About Samantha Lombardi 4034 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it