4 dicembre 2016

Calcio – Serie D, l’Ostiamare manda al tappeto il Lanusei doppio Massella, sigillo di Angeletti

Vittoria biancoviola all’ Anco Marzio. La sesta in stagione, su sette gare disputate, per i ragazzi di Roberto Chiappara, che rialzano subito la testa dopo la sconfitta di Rieti e conquistano tre punti preziosi e importanti, con una bella prestazione, contro il Lanusei di Francesco Loi, il quale prima del match era distante solo un punto. Cifre importanti, in casa, per i lidensi, che con i tre di questa settimana, ne hanno conquistati ben 18 a Via Amenduni sui 24 totali (solo l’ Arzachena ha fatto meglio con 19 punti ottenuti al Biagio Pirina) ottenuti finora e che valgono il sesto posto nel Girone G di Serie D.
E’ stata un’ Ostiamare, come spesso accaduto quest’anno tra le mura amiche, molto positiva, e oltre alla grinta e alla determinazione, che non sono mai mancate, va evidenziata una freschezza atletica importante e anche la spettacolarità di alcune azioni, a dimostrazione del lavoro efficace svolto da mister e preparatore. Fin da subito, poi, i ragazzi di Ostia hanno messo sulla difensiva l’avversario, cercando proprio di incanalare la gara sul binario giusto e, dopo la chance per Massella, sventata da Giuseppe Floris, è arrivato il gol, al minuto 9. Sul lancio lungo, proprio il numero nove s’inserisce alla perfezione e con un tiro secco batte il portiere ospite per l’1 a 0 dei lidensi.
L’iniziativa è costantemente nelle mani dell’ Ostiamare che al 14′ raddoppia. Ancora Massella, grande protagonista (lo ascolteremo nella video-intervista realizzata a fine gara, ndr) conclude sul versante di destra, Floris para come può, ma sulla ribattuta è sempre Massella ad avventarsi sulla palla per scaraventarla in rete e firmare così il punto del 2 a 0.
Il Lanusei prova a regire, affidandosi alla velocità e alla determinazione (a volte troppa grinta, non redarguita a sufficienza dal direttore di gara, ndr) del numero 7, Pulina, che ci prova su punizione, ma Quattrotto è sicuro, mentre Succi deve immolarsi sulla conclusione a botta sicura di Sedilesu. Qualche brivido finale, ma al riposo è 2 a 0 Ostia.
Si riparte, dopo la sosta, ed è sempre Ostiamare. Ferrari si gira bene nel cuore dell’area, ma poi manda clamorosamente fuori, ad inizio secondo tempo, poi però Angeletti non sbaglia, finalizzando alla grande l’azione che porta al 3 a 0. Cross di Piro, Floris smanaccia come può, ma sul prosieguo dell’azione è il “panzer” biancoviola (festeggiato nella foto a sparare una conclusione forte e secca, e soprattutto vincente (palla che passa sotto le gambe dell’estremo difensore ospite). Gara in archivio, nonostante un Lanusei che, comunque, dimostra grande orgoglio, provandoci fino alla fine.
In contropiede, però, sono sempre i biancoviola ad andare vicini al gol, che sarebbe stato il quarto. Sassata di Piro, al volo, respinta con un grande intervento da Floris, poi è Maestrelli a mancare il bersaglio, anche se di poco. Vittoria netta e perentoria, e ora tutti al lavoro per preparare la trasferta di Olbia, avversario domenica al ” Nespoli ” nella quarta trasferta stagionale in terra sarda.

OSTIAMARE – LANUSEI 3-0
OSTIAMARE: Quattrotto, Succi, Angeletti, Mastrantonio, Ramacci, Piroli (25’st Macellari), Piro, D’Astolfo, Massella (30’st Vano), Ferrari (14’st Maestrelli) Fraschetti. A disp.: Barrago, Kikabidze, De Nicolò, Ferri, Catese, Cicino. All.: Chiappara.
LANUSEI: Giuseppe Floris, Bonu (9’st Aramu), Deligios, Pili (9’st Delrio), Cocco, Gutierrez, Pulina, Piras, Sedilesu (9’st Figos), Angheleddu, Ladu. A disp.: Spanedda, Felleca, Floris, Pistis. All.: Loi.
ARBITRO: Giuseppe Repace di Perugia. ASSISTENTI: Conti di Acireale; Musumeci di Catania.
MARCATORI: 9’pt, 14’pt Massella, 12’st Angeletti (OM)

Riccardo Troiani