4 dicembre 2016

Tra le novità Benelli arriva Leoncino

Quando una storia centenaria, fatta di uomini leggendari ed icone senza tempo, incontra l’eccellenza del design italiano, il Leoncino di Pesaro torna a ruggire. In occasione dei 60 anni dalla sua affermazione nel mondo delle competizioni, Benelli reinterpreta un mito del motociclismo italiano, che oggi ritrova la sua identità e conferma la sua spiccata personalità nel mondo moderno.
Leoncino non è dunque solo un nuovo modello ma un concept autentico e puro a cui si sono ispirati i designer del nuovo CentroStile Benelli. Non una replica della moto classica, bensì un tentativo di recuperare gli stilemi che ancora oggi rendono Leoncino una moto affascinante e gloriosa, facendoli rivivere in un linguaggio formale, sportivo, contemporaneo.
Le forme compatte si sposano alla perfezione con linee aggraziate ed armoniose. Non ci sono orpelli ne decorazioni. E’ nella “sottrazione” che si ritrova l’essenza di questa moto, tipicamente italiana, che non perde nella sua perfetta simmetria l’aspetto puramente emozionale. Il Leone, simbolo di una storia centenaria, svetta infatti orgoglioso sul parafango. Il proiettore, rotondo, come vuole la tradizione, presenta una tecnologia led all’avanguardia. La sella, accessibile e lineare, segue alla perfezione le linee della moto, così come il design di scarico e serbatoio, che regalano al Leoncino proporzioni equilibrate e moderne. Il telaio, un traliccio in tubi d’acciaio a vista, la cui parte terminale è nascosta sotto il serbatoio (da 15 litri), trova in questa moto la sua dimensione ideale, integrandosi nel design.
Cuore pulsante del Leoncino è il nuovissimo bicilindrico quattro tempi, raffreddato a liquido, da 500cc firmato Benelli. Un motore fluido e reattivo, che risponde molto bene in accelerazione, con una potenza di 48 CV (35 kW) a 8500 giri/min e coppia di 45 Nm (4,6 kgm) a 4500 giri/min. Distribuzione a doppio albero a camme in testa, 4 valvole per cilindro, doppio corpo farfallato da 37 millimetri di diametro, frizione in bagno d’olio e cambio a 6 velocità completano il quadro di un gruppo motore-trasmissione sicuro e moderno.
Le sospensioni, regolabili e con ampia escursione, sono affidate all’anteriore ad una forcella upside-down con steli del diametro di 50 millimetri, mentre al posteriore si trova un forcellone oscillante con monoammortizzatore laterale. Ottimo anche l’impianto frenante, dove all’avantreno è montato un doppio disco di 320 millimetri di diametro, con pinze radiali a quattro pistoncini. Al retrotreno, invece, ci sono un disco di 260 mm di diametro e una pinza a doppio pistoncino. Presente, ovviamente, anche l’Abs.
Le ruote tassellate, con cerchi a raggi in lega di alluminio, sono di 19” all’anteriore e 17” al posteriore e ospitano rispettivamente pneumatici da 110/80-R19 e 150/70-R17. Tutto questo vuol dire massima garanzia di stabilità e divertimento assicurato in ogni condizione e terreno.
Una menzione speciale all’impianto di scarico, che conferisce alla moto un Sound davvero inconfondibile, inimitabile, tipicamente Benelli. Leoncino è corpo, cuore e anima dell’azienda di Pesaro.

About Emanuele Bompadre 8223 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.