7 dicembre 2016

Nel 2015 sono arrivati in Europa oltre 700.000 migranti

Nel 2015, in Europa, sono arrivati oltre 700mila rifugiati e migranti. A questa cifra, inoltre, si aggiungono quasi 2 milioni di rifugiati nei campi profughi in Turchia.

Fino al 5% di queste persone, poi, ha bisogno di assistenza medica a fronte di alcuni problemi di salute, tra cui: lesioni accidentali, ipotermia, ustioni, episodi cardiovascolari, gravidanza e complicazioni legate al parto, diabete ed ipertensione. Sono alcuni dei dati emersi oggi a Roma nel corso del meeting di alto livello sulla salute dei migranti e dei rifugiati, organizzato dall’Oms e ospitato dal ministero della salute. “I sistemi sanitari della Regione Europa- ha spiegato Zsuzsanna Jakab, direttrice dell’Oms per l’Europa- compreso quello dei Paesi che ricevono rifugiati e migranti, sono ben attrezzati per diagnosticare e curare le comuni malattie infettive e non. Ma noi, come Regione, dobbiamo cercare di garantire che tutti i Paesi siano adeguatamente preparati ed organizzati a sostenere l’afflusso massiccio di rifugiati e migranti. Allo stesso tempo, quindi, dobbiamo proteggere la salute dei residenti”. In questo senso, ha aggiunto Jakab, una buona risposta alle sfide poste dai movimenti di popolazioni richiede “che i sistemi sanitari siamo pronti con dati epidemiologici affidabili- ha sottolineato- su flussi migratori, su un’attenta pianificazione e formazione e, soprattutto- ha concluso la direttrice Oms per l’Europa- sull’aderenza ai principi di equità, solidarietà e diritti umani”.

Fonte: agenzia dire

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5982 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.