3 dicembre 2016

Calcio – Serie A, Mancini: “Vogliamo tornare in Champions”

Quarta vittoria consecutiva per l’Inter di Roberto Mancini, che vola in vetta alla classifica grazie al 4-0 contro il Frosinone nel posticipo della 13^ giornata di Serie A: “Dovevamo migliorare nel concretizzare le occasioni create. Abbiamo fatto un po’ di fatica a sbloccare il match perché il Frosinone è una squadra che tiene bene il campo. Alla fine però abbiamo meritato la vittoria e siamo contenti”.

“Favoriti per lo scudetto? Bisogna aspettare, il campionato è ancora lungo e ogni partita crea difficoltà. Come ho sempre detto, ci sono tre-quattro squadre più attrezzate di noi per il titolo, perché giocano insieme da più tempo. Ovviamente siamo felici di essere primi e se i nostri ragazzi continueranno a comportarsi così potremo lottare per il vertice, ma il nostro obiettivo vero è tornare in Champions League”.

Botta e risposta poi su scelte tattiche e singoli: “Nuovo modulo? Il problema non è lo schema adottato, la cosa fondamentale è che ci sia sempre voglia di vincere. Biabiany? Sono contento per lui, ha avuto un problema serio e ha rischiato di smettere con il calcio. Abbiamo recuperato un giocatore importante, che può darci qualità e può migliorare. Nel reparto offensivo abbiamo giocatori ottimi dal punto di vista tecnico. Oggi hanno giocato tutti bene, dimostrando anche spirito di adattamento e sacrificio. Ovviamente, giocando insieme, l’intesa continuerà a migliorare, abbiamo margini enormi. Ranocchia per Nagatomo? Yuto era stanco, anche per il viaggio in nazionale e Andrea ci dava più centimetri in area”.

Chiusura dedicata al mercato: “Non vogliamo minare gli equilibri. Se poi dovesse capitare un’occasione per migliorare la rosa ci faremo trovare pronti. Pirlo? Non ho neanche il suo numero (sorride, ndr). Siete voi a parlarne tutti i giorni. È un grandissimo giocatore, ha vinto tutto in Europa e ha scelto di fare un’esperienza diversa in un altro campionato”.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5925 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.