11 dicembre 2016

Calcio – Serie A, la Juventus batte il Milan 1-0

La Juventus supera di misura il Milan e continua la rincorsa al vertice della classifica, infilando la terza vittoria consecutiva in campionato. Si ferma invece dopo cinque gare utili la striscia positiva del Milan, apparso in serata negativa. I bianconeri con i tre punti sorpassano proprio i diretti avversari di questa sera e si portano al sesto posto in classifica.

Allegri si presenta con Hernanes rifinitore dietro Mandzukic e Dybala, Mihajlovic si affida al tridente delle ultime uscite, con Bacca centrale affiancato da Niang e Cerci che in realtà, per molti tratti della partita, hano dovuto ripiegare volenterosamente ad aiutare i compagni di centrocampo. La Juventus, trascinata da un Pogba in gran spolvero, ha subito preso il controllo del match, provando a superare Donnarumma nei primi 45′ con le conclusioni da fuori di Marchisio ed Hernanes. Proprio dai piedi del centrocampista brasiliano scaturisce la migliore palla gol del primo tempo, quando su un suo calcio piazzato, deviato dalla testa di Bonaventura, il portiere del Milan si è dovuto superare deviando in angolo. I rossoneri si sono visti nell’area avversaria nel primo tempo solo con Cerci che non ha trovato la corretta deviazione di testa dopo un ottimo assist di Bonaventura. Nella ripresa altro intervento risolutivo dell’estremo rossonero su una conclusione dalla distanza di Pogba allo scoccare dell’ora di gioco, poi, al 64′, l’azione che ha deciso il match: invenzione del numero dieci francese che lancia sulla fascia Alex Sandro, bravo a pescare in area Dybala che dopo un controllo di petto fulmina con un violento sinistro Donnarumma. Sulle ali dell’entusiasmo dopo un solo minuto l’attaccante argentino ci riprova, stavolta senza successo, dal limite dell’area. Il Milan non riesce a reagire e solo allo scadere, con un sinistro da posizione defilata di Cerci, impegna Buffon a terra.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 6000 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.