4 dicembre 2016

Appalti a Roma, focus sulle occasioni di investimento

Come sempre, nella Capitale si concentra un alto numero di bandi e procedure in corso. Ecco perché diventa fondamentale avere una bussola come Appaltitalia, il giornale del settore affidabile e aggiornato, per riuscire a districarsi tra gli appalti a Roma e in tutto il nostro Paese. Oggi ci dedichiamo a un focus su lavori pubblici, recupero di edifici dismessi, servizi e forniture agli enti e sviluppo di sistemi innovativi per la gestione dei fondi comunitari.

Lavori a Grottaperfetta. Partiamo subito dagli interventi messi a bando dal Consorzio Grottaperfetta per la progettazione esecutiva e la realizzazione delle opere di urbanizzazione secondaria nell’area individuata dal Programma di Trasformazione Urbanistica denominato “Grottaperfetta”, e che riguarda la zona che ricade nel quartiere Ardeatina di Roma. Tra i lavori da effettuare ci sono anche la costruzione dell’asilo nido e di aree di verde pubblico a completamento. L’importo complessivo dell’appalto è di 3.227.856,02 euro, la scadenza per la presentazione fissata per le offerte è il 18 dicembre, mentre per completare i lavori sono disposti 240 gg naturali e consecutivi per la realizzazione del verde pubblico, 420 giorni per quella dell’asilo nido.

Occhio all’Università. Anche l’Università di Roma La Sapienza ha avviato una procedura per l’affidamento della progettazione esecutiva ed esecuzione di lavori, che riguardano il recupero e la valorizzazione dell’area denominata Borghetto Flaminio e, nello specifico, l’Edificio ex Atac Roma. L’importo complessivo dell’appalto, compresi gli oneri per la sicurezza, IVA esclusa, ammonta a 2.228.155,31 euro; per inviare la propria candidatura c’è tempo fino al 9 dicembre.

Forniture all’Agenzia delle Dogane. Spostiamoci di categoria e dedichiamoci ora alle opportunità aperte nell’ambito delle forniture, cominciando dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli che ha avviato una procedura per l’affidamento di undici apparati per misurazioni elettriche e tarature di contatori per energia elettrica per lo svolgimento di verifiche e controlli fiscali. Come specificato nel disciplinare, gli equipaggiamenti forniti saranno utilizzati per il controllo sul corretto funzionamento dei misuratori di energia elettrica in tutti i casi in cui rivestano valenza fiscale. Il contratto avrà durata di almeno 5 anni; il prezzo unitario a base d’asta di ogni complesso di misura è pari a 30.600 euro, pertanto l’importo complessivo a base d’asta della gara è pari a 336.600 euro. Il bando scade il 20 dicembre prossimo.

L’Ospedale Sant’Andrea. Opportunità in corso anche per l’approvvigionamento di radiofarmaci per pet-ct occorrenti all’azienda Ospedaliera Sant’Andrea di Roma; la fornitura di materiale, suddiviso in 11 lotti, ha un valore stimato di 1.252.148,40 euro per i due anni di contratto previsti. Per partecipare c’è tempo fino al 30 novembre.

Servizi per la Regione. Interessante anche la procedura aperta per lo sviluppo del nuovo Sistema informativo di gestione, monitoraggio e controllo del POR FSE 2014-2020 e del POR FESR 2014-2020 della Regione Lazio, insieme ai relativi servizi di assistenza tecnica e manutenzione. Si tratta appunto dell’ideazione e realizzazione di un nuovo sistema per la gestione dei fondi europei della Regione Lazio, in un’ottica unitaria e avvalendosi di soluzioni tecnologicamente più avanzate, così da rispondere adeguatamente alle esigenza di estrazione di nuovi indicatori introdotti con la nuova programmazione. L’importo previsto è di oltre 3 milioni di euro e i termini scadono il 2 dicembre.

Servizi all’Agecontrol. L’Agecontrol, Agenzia soggetta alla direzione e coordinamento dell’Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura (Agea), ha avviato un bando per la fornitura dei servizi assicurativi per il periodo dalle ore 24:00 del 31.12.2015 alle ore 24:00 del 31.12.2018. Il valore totale è di 666mila euro.

Vigilanza all’Ama. L’Ama (società dei rifiuti di Roma) ha invece pubblicato un appalto per l’affidamento del servizio di vigilanza armata delle proprie sedi per un periodo di trentasei mesi. L’importo complessivo massimo di spesa è pari a 3.437.062,00 euro oltre IVA, mentre l’importo a base d’asta – non uguagliabile e non superabile a pena di esclusione – è pari a 1.145.687,33 euro all’anno oltre IVA. L’opportunità per partecipare si chiude il 30 novembre.