3 dicembre 2016

Gaeta – Stadio Riciniello: presto la tribuna coperta

Lo Stadio Riciniello avrà la sua tribuna coperta: l’Amministrazione Comunale ha ottenuto un  finanziamento complessivo di 600.000 euro dall’Istituto per il Credito Sportivo, per lo svolgimento di tali lavori. Ancora importanti risorse finanziarie acquisite dall’attuale governo cittadino per la riqualificazione dell’impiantistica sportiva cittadina.

L’I.C.S. (Istituto per il Credito Sportivo) ha comunicato, via mail il 16 Novembre u.s., l’accoglimento dell’istanza presentata dal Comune di Gaeta in relazione al Bando nazionale “1000 Cantieri per lo sport”, nato dalla collaborazione tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri e lo stesso Istituto.

Il finanziamento concesso prevede una quota pari a 150.000 euro, pagabili in 15 anni senza aggravio di interessi, e la restante somma di 450.000 euro con mutuo agevolato, estinguibile in 25 anni, per un totale di 600.000 euro che consentiranno all’Amministrazione Comunale di attuare un progetto di completa riqualificazione del campo sportivo “A. Riciniello”.

Soddisfatto il Sindaco Cosmo Mitrano che vede concretizzarsi un altro importante obbiettivo del proprio mandato elettorale:

Siamo stati tra i primi a presentare domanda, con relativa progettazione preliminare, cogliendo immediatamente l’opportunità di poter ulteriormente migliorare le condizioni di accessibilità e di fruibilità del nostro stadio comunale. A giorni avrà inizio, dopo il nulla osta della Lega per il sottofondo del campo, la posa in opera del nuovo manto in erba sintetica e contestualmente il rifacimento della pista di atletica. Con quest’ultimo finanziamento potremo finalmente avere, per la prima volta nella storia del calcio gaetano, la copertura della tribuna, alla quale andranno ad aggiungersi altri importanti interventi di riqualificazione dell’intera area, compresa quella del campo di calcio a 5.
 L’obbiettivo di restituire alla città un complesso sportivo completamente riqualificato si sta quindi materializzando, giorno dopo giorno, nonostante ci sia ancora chi ne neghi l’evidenza, facendosi scudo di argomentazioni banali quanto pretestuose. Ma come sempre ha fatto quest’Amministrazione lasciamo che altri si dedichino alla politica del “parlare” rispondendo puntualmente con quella del “fare”.

Raggiante anche l’Assessore allo Sport Luigi Ridolfi che sottolinea gli sforzi messi in campo dall’Amministrazione Mitrano per ridare la dignità sportiva che la città merita ampiamente:

Con questo ultimo finanziamento arriviamo a sfiorare i 5 milioni di euro investiti per lo sport cittadino. Una cifra credo mai raggiunta in passato, nonostante le maggiori possibilità di reperimento delle risorse, considerato anche l’attuale momento di grave crisi economica. Finalmente avremo a Gaeta quella tribuna coperta che in tanti hanno sempre  desiderato per poter assistere alle partite, anche in occasione di condizioni meteo avverse. Un sogno che diventerà realtà nei prossimi mesi quando saranno ultimate tutte le procedure burocratiche previste e si potrà dare inizio ai tanto sospirati lavori di realizzazione della copertura. Contestualmente andremo a bonificare l’intera area del Riciniello che ancora oggi, nonostante gli interventi effettuati, presenta zone in completo abbandono che necessitano di essere riqualificate, al fine di poter offrire all’utenza sportiva locale maggiori possibilità di svolgere le proprie attività in condizioni ottimali. Tutto quanto realizzato finora e ciò che andrà a concretizzarsi nell’immediato futuro, rimarrà per noi la testimonianza di aver esclusivamente adempiuto al nostro preciso dovere di amministratori , non certo per “gloria”  personale ma esclusivamente in funzione del bene comune”.

About Giovanni Soldato 2949 Articoli
Giovanni Soldato, specialista della fotografia.... secondo lui, ottima penna sia in ambito sportivo ma soprattutto nell'ambito dei motori. Nato a Barberino del Mugello appena ha tempo mette le due ruote in pista. Collaboratore de Il Tabloid cura la provincia di Latina, le notizie nazionali e dall'estero.