3 dicembre 2016

Santi Cosma e Damiano – “Caso Mensa”, il Sindaco scrive al Dirigente Scolastico

Con una nota indirizzata alla Prof.ssa Marino, il Sindaco di Santi Cosma e Damiano, Vincenzo Di Siena, nel manifestare il disappunto per la forma di protesta posta in essere da un ristretto gruppo di mamme senza alcun preavviso e senza alcuna giustificazione relativamente alle tariffe applicate al servizio della mensa scolastica, che si ricorda si tratta di un servizio a domanda individuale, ha ribadito che le stesse tariffe sono rimaste invariate dal 2012, anno in cui hanno subito un aumento e che, pertanto, da allora non hanno subìto altri aumenti; che per scelta dell’Amministrazione le tariffe sono state graduate in nove fasce di Isee, che vanno da un minimo di € 32,50 che vengono pagate da chi possiede un Isee che va da € 0,00 ad € 4.000,00 alla fascia massima che prevede il pagamento di € 107,50 per chi possiede un Isee superiore a € 25.000,00 (chi si trova in tale situazione non può certo considerarsi povero!!!!); la scelta delle nove fasce consente di applicare in maniera più equa possibile il contributo degli utenti alla propria disponibilità economica che si evince dalla dichiarazione Isee presentata. Gli importi, peraltro sono relativi a blocchetti composti da 25 buoni. Inoltre sono previsti sgravi per famiglie numerose, per cui chi ha più figli che frequentano la scuola materna per i figli oltre il primo pagano per ciascuna fascia un prezzo inferiore a quello stabilito, prezzo che si riduce ulteriormente e per l’eventuale terzo figlio. Vi è inoltre da rilevare che, soprattutto per quanto riguarda coloro che appartengono alle classi meno abbienti e versano in reali difficoltà economiche, in molti casi l’Ente si è fatto carico direttamente del pagamento del blocchetto per la mensa, attraverso l’intervento mirato dei servizi sociali che in molti casi si è accollato l’intero costo del servizio. A tal proposito va peraltro ricordato che il contributo pagato dai genitori dei bambini che fruiscono della mensa scolastica, va a coprire circa il 65% del servizio, mentre il resto viene a ricadere sulla fiscalità generale, ossia viene posto a carico degli altri cittadini! Pertanto, eventuali riduzioni delle tariffe potrebbero comportare inevitabilmente incrementi di altre tasse a carico di tutta la collettività! Quindi, eventuali aumenti che alcune famiglie potrebbero essersi ritrovate a subire, sono dovute a variazioni nelle fasce Isee di riferimento (i cui metodi di calcolo sono variati a seguito del DPCM n. 159/2013, ossia di una legge dello Stato e non per volontà dell’Ente!!!), che hanno portato molte famiglie a trovarsi in fasce Isee diverse da quelle degli anni precedenti, o a scegliere di non presentare la stessa attestazione, scelta peraltro legittima ma che comporta automaticamente l’applicazione della tariffa massima! Il Sindaco, infine, non ha potuto mancare di rilevare come per un problema così importante, le mamme non abbiano pensato di chiedere, prima di arrivare a qualunque forma di protesta, legittima o meno che possa essere, un confronto o incontro ufficiale all’amministrazione comunale per discutere sull’argomento, cosa che non può non avallare il sospetto di una regia politica occulta (come è trapelato informalmente da qualche componente stessa della protesta) o di una volontà di voler creare confusione senza arrivare alla soluzione dei problemi. Nonostante tale atteggiamento ostruzionistico e poco corretto di qualche genitore, il Sindaco ha espresso piena disponibilità a ricevere i rappresentanti dei genitori e dei docenti dei singoli plessi scolastici per affrontare la problematica e cercare ove possibile una soluzione per venire incontro alle famiglie, incontro che peraltro, grazie anche alla collaborazione e disponibilità del Dirigente Scolastico Prof.ssa Marino, è stato fissato per giovedì 13 novembre alle ore 10,00 presso l’Istituto Comprensivo Guido Rossi.

About Giovanni Soldato 2949 Articoli
Giovanni Soldato, specialista della fotografia.... secondo lui, ottima penna sia in ambito sportivo ma soprattutto nell'ambito dei motori. Nato a Barberino del Mugello appena ha tempo mette le due ruote in pista. Collaboratore de Il Tabloid cura la provincia di Latina, le notizie nazionali e dall'estero.