7 dicembre 2016

Pallavolo – Polisportiva Borghesiana volley, Aquili: “Il valore della nostra Prima? Lo capiremo sabato”

Un inizio decisamente convincente. La Prima divisione di volley femminile della Polisportiva Borghesiana, denominata Montello Borghesiana in virtù della collaborazione con l’altro club capitolino, ha avuto un ottimo impatto con il suo campionato. All’esordio, il vittorioso match contro il Don Bosco Nuovo Salario, piegato al tie-break al termine di un incontro molto tirato. Poi nello scorso fine settimana l’agevole affermazione sul campo della Roma 7, tra l’altro senza coach Marco Aquili (assente per un importante impegno familiare) in panchina. E’ lo stesso allenatore a parlare del bell’avvio di campionato della Prima divisione capitolina. «Le cose stanno andando molto bene e probabilmente non ci si attendeva questo tipo di rendimento, almeno all’inizio. Va considerato, infatti, che ci sono solo tre ragazze del vecchio gruppo Borghesiana e poche altre del Montello, mentre sono diversi i nuovi innesti». Insomma un gruppo praticamente “rivoluzionato” che però, evidentemente, ha fatto in fretta a trovare le giuste alchimie di squadra. «Sicuramente è un gruppo con buone potenzialità – spiega Aquili – e con due palleggiatori di livello per la categoria. Nella prima partita si è vista qualche difficoltà a livello di intesa, ma a livello caratteriale la squadra già ha dato risposte importanti che nella seconda gara sono state confermate». Il “difetto” maggiore della Prima divisione sembra essere abbastanza chiaro agli occhi del tecnico. «Direi proprio la continuità di rendimento: dobbiamo evitare i black out che, contro alcuni avversari, possono costare carissimi». Il prossimo turno (sabato alle ore 16,15 sul campo amico della palestra della scuola Pertini) metterà di fronte alle capitoline l’Egan Volley. «E’ una delle squadre favorite di questo campionato assieme a Duca d’Aosta e Vico anche se nelle prime due partite non hanno numeri troppo diversi dai nostri. Per capire il reale valore del nostro gruppo – spiega Aquili – queste sono partite importanti: forse non possiamo ambire al primo posto, ma magari siamo in grado di lottare per i play off».