7 dicembre 2016

De Luca indagato: “Io parte lesa, combatteremo”

“Io sono parte lesa e lo e’ l’istituzione che rappresento”. Cosi’ il presidente della regione Campania Vincenzo De Luca, in conferenza stampa. “Combatteremo in maniera ferma- aggiunge- nei confronti di chiunque osera’ gettare ombre sulla corretteza e la trasparenza dei nostri comportamenti. Noi siamo parte lesa e ci rivarremo su chiunque offendera le nostre persone”.

“Non so chi sia, che faccia o dove viva. Non sono a conoscenza di nulla, nulla, nulla”. Lo dice con fermezza, a proposito dell’avvocato Guglielmo Manna, Vincenzo De Luca, nel corso della conferenza stampa a Santa Lucia indetta per spiegare ai cronisti la sua posizione nell’inchiesta che lo vede indagato a Roma insieme al suo fedelissimo Nello Mastursi a cui mai il governatore ha fatto riferimento nel corso dell’incontro. Manna è al centro dell’inchiesta e per la presunta promessa, non attuata, di un incarico si rilievo nel comparto della sanità campana. “Nessuno, in nessuna sede pubblica o privata, mi ha mai riferito di questa persona”. “Questa parola mi ricorda solo la manna che cadeva dal cielo nella Bibbia, ma non credo si tratti di questa”, è la battuta con cui chiude la digressione sull’avvocato Manna.

“Credo di aver dato ai giornalisti italiani più lavoro di Murdoch, mi aspetto di essere nominato cavaliere del lavoro“, scherza ancora De Luca. E ancora, il presidente parla del suo training autogeno e cita Eraclito e la sua idea di carattere “che è il demone dell’uomo e quindi bisogna mantenersi”. Infine, aggiunge il governatore, “c’è quella acuta nostalgia di ritrovarsi per qualche minuto di meditazione mattutina”.

LA RICHIESTA ALLA PROCURA – “A integrazione delle dichiarazioni di questa mattina, il presidente della Regione Vincenzo De Luca ha pubblicato sul sito istituzionale della Regione Campania la richiesta, datata 29 ottobre 2015, di essere ascoltato dalla competente Autorità giudiziaria. Tanto a conferma della riservatezza osservata rispetto all’indagine in corso, per la quale si ribadisce la completa estraneità”. Cosi’ l’ufficio stampa dell regione Campania.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5982 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.