10 dicembre 2016

Migranti, Cantone punta il dito sugli appalti per i Cie: “Troppi interessi, manca la trasparenza”

“E’ inutile girarci intorno, si tratta di un grande affare, anche in senso positivo, perché porta risultati economici, che pero’ deve essere gestito con logiche di trasparenza che non sempre in questo momento si sono verificate negli appalti affidati” per la gestione dei Cie. Lo dice il presidente dell’Autorita’ nazionale anticorruzione, (Anac), Raffaele Cantone, durante l’audizione davanti alla Commissione parlamentare di inchiesta sul sistema di accoglienza, identificazione e trattenimento dei migranti. Una delle proposte che il commissario anticorruzione fa alla commissione presieduta da Gennaro Migliore è che il “nuovo bando tipo” che verrà messo a punto dal ministero dell’Interno “deve essere accompagnato da linee guida su chi deve fare gli appalti individuando un soggetto appaltatore unico a livello nazionale. Le prefetture- sottolinea Cantone- potrebbero garantire una maggiore omogeneità” tra i territori e le Regioni “e una maggiore garanzia di trasparenza. La maggiore garanzia- sottolinea- puo’ essere data dal fatto che gli appalti vengano dati direttamente dalle prefetture” invece che dagli Enti locali.

Fonte: agenzia dire

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5989 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.