8 dicembre 2016

Accorinti, sindaco di Messina: “Ponte sullo Stretto? Se Renzi crede alla reincarnazione può realizzarlo…”

Il sindaco di Messina Renato Accorinti è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it), sull’emergenza idrica a Messina.

“Questo dramma -ha affermato Accorinti- che è successo alla nostra città è addirittura nulla rispetto a quello che succede in tutto il Meridione, dove l’acqua manca costantemente, soprattutto in Sicilia. Siamo due Italie. L’Italia del Sud non cammina su nulla non certo perchè la gente è indolente, ma perchè non ci sono infrastrutture che dovrebbero essere fatte dallo Stato. La Sicilia è messa in ginocchio perchè hanno da sempre fatto privilegi al centronord e qui non abbiamo le infrastrutture che potrebbero mettere in moto l’economia. Se non va il Sud muore la nazione intera”.

“Bisogna risolvere il problema del dissesto idrogeologico -ha affermato Accorinti- che è generalizzato in tutta Italia. Purtroppo Messina ha tantissimi torrenti ed è anche la zona in cui c’è il rischio sismico più alto d’Italia. Abbiamo tutte le condizioni peggiori e ci tolgono i tavoli importanti in cui bisogna decidere il futuro. Nel Masterplan del Governo per il Mezzogiorno ci sono tutte le città tranne Messina. Io spero che si tratti solo di una svista, perchè sennò vado a Palazzo Chigi e non esco più da lì. I soldi per la terra più martoriata d’Italia ce li devono dare. Non c’è chiarezza da parte dei governi, da 50 anni a questa parte”.

Accorinti chiude con una battuta. “Ponte sullo Stretto? Renzi dice che lo farà dopo le altre opere essenziali per il meridione… Se crede alla reincarnazione allora possiamo parlarne. Perchè non gli basterà una vita per fare tutte le opere essenziali per il meridione”.

Fonte: Radio Cusano Campus