2 dicembre 2016

Calcio – Le dichiarazioni rilasciate ieri nel post partita di Milan-Atalanta, gara terminata sullo 0-0 a San Siro

Serbia's head coach Sinisa Mihajlovic looks on during the group A World Cup qualifying soccer match between Croatia and Serbia in Zagreb, Croatia, Friday, March 22, 2013. (AP Photo/Darko Bandic)

MISTER MIHAJLOVIC:
“I ragazzi che abbiamo sostituito finchè hanno avuto le forze hanno fatto bene. Poli, Mexes e Niang sono un po’ di mesi che non fanno 90’ quindi sapevamo che potevamo pagare questa cosa. E’ un punto guadagnato, bisogna vedere il bicchiere mezzo pieno non abbiamo perso e non abbiamo subito gol. Adesso arriva la sosta e possiamo recuperare alcuni giocatori, il campionato è ancora lungo. Donnarumma oggi ha fatto tre grandi parate lui sta la per quello, ha fatto bene. Qualcosa in fase difensiva poteva essere fatto meglio, ma quando hai in campo 3 o 4 giocatori che non hanno 90’ nelle gambe in Serie A si paga, noi fortunatamente non abbiamo pagato perché Donnarumma ha salvato il risultato. Ogni partita penso di poterla vincere, cerco sempre di tirare il massimo. Noi siamo il Milan e il nostro problema più grande è recuperare i nostri giocatori infortunati.”

M’BAYE NIANG:
“Ho provato a dare il massimo, sapevo di non avere 90 minuti nelle gambe, ho dato il massimo finché ne avevo. Sono soddisfatto ma potevo fare di più, avrei dovuto avere però più benzina nelle gambe. Mi è sempre piaciuto giocare a sinistra, conosco bene quel ruolo, ho provato spesso a puntare l’avversario per saltarlo. Il Campionato italiano è difficile, l’Atalanta ha fatto una bella partita, sono venuti qua e hanno giocato bene, non abbiamo vinto ma non abbiamo perso. Questo punto può contare, dovremo andare a Torino con la stessa mentalità con cui siamo andati a Roma. Abbiamo due settimane per preparare la trasferta di Torino. Donnarumma lo vediamo tutta la settimana, oggi ci ha salvato, dobbiamo fargli i complimenti perché se li merita tutti”.

MISTER MIHAJLOVIC (conferenza stampa)
“Guardiamo il bicchiere mezzo pieno, non abbiamo subito gol e abbiamo allungato la striscia positiva. L’Atalanta ha meritato più di noi, però visto come stavamo, senza cercare scuse, siamo riusciti a non perdere. Ci sono mancati molto Bertolacci, Bonaventura e Alex, quelli che li hanno sostituiti, Niang, Poli e Mexes, hanno fatto bene finchè hanno avuto le forze, non avevano fatto praticamente mai 90 minuti ed era da aspettarsi un loro calo, altri giocatori poi si sono allenati poco come Montolivo. Quando non si può vincere l’importante è non perdere. Quando hai 3 o 4 giocatori che non hanno i 90 minuti diventa difficile. Ora arriva la sosta nel momento giusto, potremo recuperare energie fisiche e nervose visto che in questo periodo ne abbiamo spese tante. Donnarumma è in porta per parare, oggi ha subito più tiri che nelle precedenti partite. Nel primo tempo abbiamo fatto fatica ma non abbiamo rischiato niente. Nel secondo tempo invece abbiamo concesso qualcosa. Però non ci siamo chiusi dietro, abbiamo messo un’altra punta perché abbiamo voluto rischiare di vincere rischiando anche di perdere, questa deve essere la nostra mentalità. I ragazzi sul campo hanno dato tutto, finchè hanno avuto le forze hanno giocato”.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5925 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.