8 dicembre 2016

Roma – Perseguitava da mesi una giovane donna conosciuta in chat, arrestato per stalking

A diventare “molestatore assillante” o “stalker” può essere anche una persona conosciuta occasionalmente su social network e con cui   si è scambiata una richiesta di amicizia   o anche solo poche frasi in una chat.

E’ quanto accaduto ad una giovane donna romana. Si erano visti di persona in un’unica occasione, quest’estate, alla stazione termini, ma in quella circostanza la ragazza aveva dimostrato di non gradire questa nuova amicizia.

La brutta sorpresa ieri mattina, infatti, nell’uscire di casa per recarsi al lavoro, la vittima, si è trovata davanti casa G.S. 43enne campano.

L’uomo ha iniziato a “ pedinare” la giovane che, impaurita e preoccupata ha chiamato il 113.

Conosciuto per l’appunto, su un social network, dopo quel primo incontro, ha iniziato ad importunarla quotidianamente con decine di telefonate e messaggi, anche sul luogo di lavoro, tanto da costringerla a cambiare numero di telefono cellulare e, a presentare un esposto nei suoi confronti negli uffici della Squadra Mobile.

In seguito alla segnalazione, sono intervenuti gli agenti del commissariato Porta Pia che, visti i precedenti di Polizia a suo carico lo hanno arrestato per il reato di atti persecutori – “stalking”.

About Emanuele Bompadre 8266 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.