9 dicembre 2016

Roma – Lombardi, M5S:” Licenzieremo i dipendenti assenteisti, c’è una legge che prevede che vadano a casa”

Roberta Lombardi, deputata del Movimento Cinque Stelle, è intervenuta ai microfoni di Radio Cusano Campus,l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano (www.unicusano.it) , durante il format ECG Regione, con Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.

Lombardi ha commentato le dichiarazioni di ieri di Beppe Grillo (“Se vinciamo a Roma ci saranno effetti collaterali molto pesanti”). “Quello di Beppe è un discorso onesto –ha affermato Lombardi-. Chi vota M5S deve sapere esattamente qual è il nostro programma. Grillo ha detto che se vai a sradicare le clientele che facevano capo ad un’Amministrazione, la cooperativa di riferimento non potrà più avere affidamenti diretti, ma dovrà fare gare d’appalto, se le perde, la cooperativa non avrà incassi e dovrà licenziare i dipendenti. Se vai a spezzare un sistema di questo tipo è ovvio che un terremoto all’inizio capiti. Sul licenziamento dei dipendenti assenteisti io ho detto che fanno bene a preoccuparsi, perché c’è una legge che prevede che vadano a casa. Chi si preoccupa ha la coscienza sporca”.

“Nel momento in cui vai a riorganizzare Atac che ha 12mila dipendenti –ha spiegato Lombardi- ci possono essere proteste. Si tratta di riequilibrare la proporzione tra personale viaggiante, amministrativo e di controllo. E’ chiaro che se vai a cambiare lavoro a una persona ti trovi di fronte delle resistenze. Io penso che se tu fai una politica onesta, puoi anche affrontare fischietti e proteste, ma lo puoi fare a testa alta, guardando il tuo interlocutore negli occhi”.

“Incontro con prefetto Gabrielli? E’ stato un incontro molto collaborativo –ha dichiarato Lombardi-. Idea Inps su taglio pensioni alte per contrastare povertà? Si va nella direzione di un reddito di cittadinanza che noi abbiamo introdotto come tema da ormai un anno e su cui incontriamo resistenze da parte del governo. E’ un reddito di dignità. Rispetto all’Inps però non abbiamo un criterio anagrafico, ma altri criteri”.

Fonte: Radio Cusano Campus