11 dicembre 2016

Calcio – I° Categoria, Nuova Virtus, Tiberi: “Primo obiettivo la salvezza, ma possiamo puntare più in alto”

La Nuova Virtus ha sfiorato l’impresa, ma non è riuscita a centrare la qualificazione ai quarti di finale di Coppa Lazio. La squadra di mister Luca Santamaita, che aveva perso 2-0 all’andata sul campo dello Sporting Calcio Vodice (compagine di Sabaudia), non è riuscita a ribaltare il risultato al ritorno, nel match giocato mercoledì al Ferraris di Santa Maria delle Mole. Il gol di Tiberi a inizio ripresa aveva acceso le speranze, poi i marinesi hanno sfiorato il gol in altre occasioni (su tutte, un’altra capitata ancora sui piedi di Tiberi) e soprattutto hanno protestato per un rigore negato a cinque minuti dalla fine prima di subire quello del pareggio in pieno recupero. «Abbiamo fatto il possibile – dice l’attaccante classe 1993 Andrea Tiberi – Forse nel primo tempo il nostro baricentro era un po’ basso, ma nella ripresa abbiamo spinto tanto e avremmo meritato di segnare il secondo gol. E poi ci è stato negato quel rigore netto con il quale potevamo rimettere totalmente in discussione il discorso qualificazione. Dispiace perché la Coppa sarebbe stata la strada più breve per fare il salto di categoria, ma è andata così». Il giovane attaccante è rientrato domenica scorsa dopo aver dovuto affrontare qualche problema fisico: nel roboante 7-1 contro il Tor de’ Cenci è andato subito a bersaglio (assieme a un tris di Massara e ai gol di Matrullo, Massullo e Colli) e si è ripetuto nella gara di Coppa. «Ancora non sono al meglio, ma pian piano arriverò al top della condizione». Nel prossimo turno la Nuova Virtus, attuale quarta forza del girone F di Prima categoria assieme all’Atletico Lariano, affronterà l’insidiosa trasferta con il Real Velletri. L’avversario ha conquistato quattro punti, ma in casa è imbattuta. «Hanno un buon allenatore – dice Tiberi – e sicuramente saranno una squadra agguerrita sul loro campo». Sulle prospettive stagionali della Nuova Virtus, Tiberi è chiaro. «Siamo una neopromossa e dobbiamo pensare a salvarci. Ma se riusciamo a trovare una quadratura e ottenere i punti per stare tranquilli al più presto, l’obiettivo potrebbe spostarsi e diventare un piazzamento tra le prime quattro».