9 dicembre 2016

Trattativa Stato-Mafia, Sabina Guzzanti: “Roma? Da città aperta a città sfonnata”

Questa mattina Sabina Guzzanti, autrice del film “La Trattativa”, è intervenuta su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano (www.unicusano.it) , nel corso del programma ECG Regione, con Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio. “Quando si parla della Trattativa, tanto, qualunque cosa dicano va sempre nella stessa direzione”.

Sull’assoluzione di Mannino: “Non sono nessuno per giudicare una sentenza, ma tanto hanno assolto tutti.  Hanno assolto chiunque sia stato coinvolto in fatti che comunque sono accaduti. La propaganda ci vuole fare credere che siccome un politico viene assolto si mette in dubbio il senso di un processo che prende in esame cose che comunque sono accadute e quindi qualcuno deve pure aver fatto. Spesso davanti a certi fatti si parla di insufficienza di prove, ma questo non significa nulla. Spesso, e non parlo del caso Mannino, che è stato assolto con formula piena, ma in generale, alcuni elementi che aiuterebbero a motivare le tesi dell’accusa non vengono accolte. Poi si fanno assoluzioni per mancanza di prove. Ma se tu le prove non le accogli, è ovvio che poi manchino le prove”.

Sul pm Nino Di Matteo: “Sono preoccupata per lui, fa una vita terribile, è stato minacciato di morte, minacce concrete, per ucciderlo è già pronto il tritolo. Mannino lo ha infangato più di una volta, e non solo lui. Di Matteo è molto isolato all’interno della magistratura, fa molta fatica a fare il suo lavoro, nei suoi confronti stanno preparando un attentato spaventoso”.

Su Roma: “Un tempo era città aperta, oggi è città sfonnata. Una città difficile da gestire che avrebbe bisogno di una politica seria e di diversi anni per essere risanata. Continuano con la linea dei Prefetti, ma i Prefetti sono comunque esseri umani. Il cartello PD-Forza Italia per sostenere Marchini? Vabè, tanto per cambiare. Una lettura possibile è anche quella per la quale nessuno ha voglia di governare questa città. Quelli che avrebbero o potrebbero governare bene Roma si tirano tutti indietro…”

AUDIO http://www.radiocusanocampus.it/podcast?prog=1517&dl=5229

Fonte: Radio Cusano Campus