10 dicembre 2016

Calcio – Serie A, le dichiarazioni rilasciate nel post partita di Lazio-Milan

MILAN, ITALY - AUGUST 29: AC Milan coach Sinisa Mihajlovic looks on before the Serie A match between AC Milan and Empoli FC at Stadio Giuseppe Meazza on August 29, 2015 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

ADRIANO GALLIANI
“Sono uscito sull’1 a 0 con Alex, tac negativa e quindi non ci sono particolari problemi. Ho preferito andare a vedere come stava il ragazzo. Tutto bene per Alex soprattutto e per la vittoria. Primo tempo da squadra vera che teneva la palla poi mi sono assentato per andare con Alex. Queste vittorie consecutive ci hanno fatto fare un bel balzo in avanti. Bertolacci stava facendo benissimo. Godiamoci questa vittoria e godiamoci Carlos Bacca. Non so se è girata ma 9 punti nelle ultime partite sono decisamente buoni. Stiamo tranquilli e stiamo a vedere”.

PHILIPPE MEXES
“Al di la del mio gol, la cosa più importante che Alex stia bene. Questa sera abbiamo avuto un bello spirito, sono molto orgoglioso dei ragazzi e anche se sono in panchina mi fa sempre piacere vedere la mia squadra compatta e unita. Ci siamo caricati tutti e abbiamo preso coscienza del fatto che tutto dipende solo da noi. Dobbiamo continuare così.”

LUCA ANTONELLI
“I loro due esterni sono forse i più forti della Serie A e siamo stati bravissimi a contenerli. Sono tre punti che ci portano in alto dove meritavamo di stare. Sono qui da pochissimo e vorrei stare tantissimo, è un bel momento per me e per la squadra. Ora ci prepariamo per l’Atalanta che sarà una partita difficile. Il mister ci teneva per questa partita, noi remiamo tutti dalla stessa parte. Lavoriamo duramente tutti i giorni e ora si stanno vedendo i risultati. Alex l’ho visto giù e mi sono molto spaventato, per Montolivo e Bertolacci non so da come si sono fermati non sembrerebbe nulla di buono, ma attendiamo la risonanza. Sta cambiando il nostro campionato, oggi è stata quasi una partita perfetta, ora ci aspetta la partita contro l’Atalanta e poi avremo la sosta per migliorare ancora di più.”

MATTIA DE SCIGLIO
“Questa sera ci tenevamo molto a vincere, abbiamo lottato con il cuore come abbiamo fatto per le due partite precedenti, questa sera ci siamo detti che non contava essere belli ma essere pratici ed è quello che abbiamo fatto. Contro avversari come quelli di stasera come Anderson e Candreva dovevamo cercare di limitarli il più possibile perché altrimenti ci avrebbero messo in difficoltà quindi uno dei modi in cui avevamo preparato la partita era proprio quello di cercare di contenerli. Vincere aiuta a vincere e porta un’aria più serena e rilassata in gruppo. L’affiatamento tra di noi sta crescendo, con il mister l’abbiamo sempre avuto dall’inizio. Dobbiamo cercare contro l’Atalanta di vincere per affrontare la sosta in maniera tranquilla. Sapevamo che la Lazio era una squadra molto tosta che in casa non aveva mai perso, volevamo entrare in campo con una mentalità differente ed è quello che abbiamo fatto. Voglio dedicare la vittoria ad Alex, ma anche a mio nonno perché oggi è l’anniversario della sua morte.”

MISTER MIHAJLOVIC (CONFERENZA STAMPA)
“Sapevamo che sarebbe stata una partita impegnativa ma l’abbiamo preparata bene e abbiamo vinto meritatamente. Anche i giocatori subentrati hanno dato grande aiuto, i ragazzi hanno ritrovato la fiducia persa e c’è più autostima. La Lazio non è stata rinunciataria, bisogna dare il merito anche a noi. La Lazio ha giocatori di qualità ma è stato fondamentale mantenere le distanze ed essere cinici in attacco. Io sono sempre sereno e ho fiducia nei miei ragazzi. Adesso su 4 partite 3 vittorie e un pareggio, cercheremo di recuperare gli infortunati prima dell’Atalanta. Ci sentiremo domani con il Presidente Berlusconi, ci confronteremo. Sappiamo che al Presidente piace il trequartista, aspettiamo di recuperare gli attaccanti infortunati”.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5994 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.