3 dicembre 2016

ASL RM D, Cobas: “Ticket nei Consultori Familiari… errore o no?”

Il Cobas Asl RM/D ritiene grave ed inaccettabile  che,  a distanza di tre giorni, la Regione Lazio e la Direzione Generale della Asl RM/D non abbiano ancora emesso un comunicato ufficiale con il quale chiarire e informare su una vicenda inquietante e a dir poco vergognosa, che sta creando allarme e difficoltà alle operatrici ed agli operatori dei Consultori Familiari e, soprattutto, ai Cittadini/Utenti.

Cittadini/Utenti che si vedono recapitare Avvisi di pagamento, persino risalenti all’anno 2009 (anche di molte centinaia di euro), con possibile violazione della stessa privacy, per prestazioni effettuate presso i Consultori Familiari, che, ricordiamo e ribadiamo, sono e devono restare gratuite, prestazioni che  non possono essere  confuse con visite e attività ambulatoriali.

Fermo restando che, come Cobas, riteniamo che i ticket siano, in ogni caso, ingiusti, inaccettabili e lesivi dell’Universalismo e del Diritto  alla Salute, sancito dalla Costituzione, riteniamo che, anche nel caso si trattasse solo di un “mero errore”,  le operatrici e gli operatori dei Consultori Familiari della ASL RM/D furono, al tempo, istruiti al Programma informatico per il rilevamento dei dati e delle prestazioni consultoriali; un Programma che, seppur inadeguato perché  non differenzia le prestazioni ambulatoriali (Cup) da quelle Consultoriali, indica, comunque, l’Ente erogatore della prestazione nel Consultorio Familiare, come, peraltro, risulta  evidente  dagli stessi “Avvisi Bonari” pervenuti.

Il Cobas Asl Rm/D, pertanto, nel riservarsi di intraprendere tutte le iniziative che riterrà necessarie, chiede l’immediata revoca degli Avvisi di pagamento inviati e/o in fase di avvio. Chiede, inoltre, che la Regione Lazio e la Direzione della Asl Roma D chiariscano immediatamente, pubblicamente e formalmente l’inquietante vicenda, nell’interesse primario dei cittadini/utenti, delle/gli operatrici e operatori nonché a DIFESA DELLO SPIRITO E DEL RUOLO di Servizi fondamentali come quelli erogati dai Consultori Familiari.

Così in un comunicato il Cobas ASL RM D sul pagamento del ticket per i consultori.