10 dicembre 2016

18mila studenti alla Fiera di Roma nella seconda giornata di Campus Orienta! Il Salone dello studente

 

Sono stati oltre 18 mila gli studenti che hanno affollato gli spazi della Fiera di Roma nella seconda giornata di Campus Orienta! Il Salone dello Studente, la manifestazione organizzata da Class Editori dedicata all’orientamento post-scolastico.

L’evento, che proseguirà anche domani sempre dalle 9.00 alle 14.00, quest’anno presenta 80 proposte formative e professionali di atenei italiani e stranieri, di scuole di formazione, di Enti e Istituzioni e 60 convegni sui temi della formazione, del lavoro e della società.

Oltre agli studenti, in queste prime giornate sono stati tanti anche i docenti che hanno potuto accedere per la prima volta nella storia del Salone a un’area totalmente dedicata, il Teacher’s Corner, partecipando ai seminari e corsi organizzati dal MIUR.

La giornata si è aperta con un dibattito legato alle scelte di studio in funzione delle future opportunità lavorative. 

Secondo Donatello Montibello del Ministero del Lavoro ad oggi le lauree che offrono più opportunità professionali sono quelle scientifiche.

«Secondo uno studio della Commissione europea nel 2020 il 90% dei lavoratori dovrà avere competenze digitali. Se noi oggi non prendiamo le misure adeguate per fare questo scatto nel 2020 ci saranno 900 mila posti  di lavoro che resteranno vuoti. Per far fronte a questo bisogno abbiamo creato programmi come “Crescere in Digitale”, con la collaborazione di Google e Union Camere per formare 6 mila ragazzi che andranno a digitalizzare altrettante imprese. La rivoluzione digitale riguarda però tutti gli ambiti: quelli scientifici e quelli umanistici e non basteranno le competenze di base ma bisognerà sviluppare anche competenze trasversali. In questa direzione il sistema dell’apprendistato e dello stage sono utilissimi. Come MIUR stiamo portando avanti diverse iniziative che mettono in dialogo le università con le aziende».

Nel corso del dibattito è inoltre emerso che nella ricerca di lavoro resta importantissimo il voto di laurea, i tempi in cui ci si laurea e tutte le esperienze collaterali, dal praticare uno sport alle capacità artistiche ma soprattutto i piccoli lavoretti per mantenersi agli studi. Sono tutti elementi importantissimi e determinanti per costruire il profilo di chi aspira al posto di lavoro.

Molta curiosità ha suscitato nei ragazzi la proposta dell’ASI – Agenzia Spaziale Italiana.

Lo spazio è un settore ricco di opportunità per giovani menti brillanti. Per chi desidera lavorare nell’ambito spaziale il primo passo da compiere è scegliere di frequentare una facoltà universitaria scientifica in modo da approfondire le conoscenze di fisica, matematica, meccanica, ingegneria e tanto altro. Successivamente l’ASI sostiene la formazione scientifica di laureandi e giovani ricercatori, attuando programmi specifici nazionali e internazionali in partnership con le università e le principali agenzie spaziali del mondo.

Formazione Wideworld

La provocazione che è stata lanciata ai ragazzi nel corso di questo dibattito è che non bisogna pensare agli studi all’estero unicamente come un’opportunità post-laurea. In molti casi è consigliabile fare questa esperienza prima, subito dopo le superiori e prima di accedere all’università.

Lo studio della lingua deve essere visto come il mezzo e non l’obiettivo e deve essere quindi necessariamente affiancato dalla conoscenza della cultura di un popolo. Sempre di più oggi vengono richieste figure che abbiano approfondito la conoscenza di una realtà economica e sociale e questo richiede tempo e non va rimandato.

Tante le opportunità oggi offerte da mercati come quello Cinese che grazie alle potenti basi create in Italia permette di iniziare lo studio e l’avvicinamento di questa cultura già in Italia.

IL PROGRAMMA DI OGGI:

Oggi il Salone aprirà alle 10.00 con un incontro sul tema “L’Università nel XXI Secolo tra Tradizione ed Innovazione”, a cura dell’Università Telematica Internazionale Uninettuno.

Alle 11.00, Le professioni della Radio, incontro a cura di Radio Italia

Alle 12.00, “Da Uomo a Uomo…e non solo”, un monologo dedicato al tema del femminicidio a cura di Alberto Micelotta.

Al Salone dello Studente sono presenti numerose offerte formative da parte delle principali università italiane e straniere, accademie, istituti di istruzione superiore e post-laurea, scuole di lingue, enti e aziende che possiamo dividere in tre aree principali:

  • Atenei e Accademie: presenza dei più importanti Atenei per chi vuole proseguire la formazione universitaria classica o un percorso di studi alternativo analogo
  • Istituti di Formazione Professionale, Lavoro, Aziende: per coloro che sono orientati ad una formazione più tecnica, volta a velocizzare l’ingresso nel mondo del lavoro
  • Enti ed associazioni: per illustrare e promuovere le numerose attività promosse dalle Istituzioni nazionali e locali per i giovani.

A supporto della scelta post-diploma verranno inoltre offerti agli studenti simulazioni test di accesso alle facoltà a numero chiuso, presentazioni in aula delle offerte formative dei vari atenei presenti, workshop sul mondo del lavoro e colloqui singoli e di gruppo con psicologi dell’orientamento.

Campus Orienta! Il Salone dello Studente ha ricevuto il patrocinio della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio, della Regione Lazio, della Città Metropolitana di Roma Capitale e del Comune di Roma. 

La manifestazione è stata realizzata con la partecipazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, dello Stato Maggiore della Difesa e dell’Agenzia Spaziale Italiana, e sviluppata in collaborazione con La Sapienza Università di Roma, Sara Assicurazioni, Erasmus Student Network, la Scuola Europea di Counseling, ACTL Sportello Stage, l’Università Telematica Pegaso e Fiera di Roma.

Partner dell’evento Unicredit e Poste Italiane.

L’ingresso a Campus Orienta! Il Salone dello Studente è gratuito, previo accredito sul sito www.salonedellostudente.it.

About Samantha Lombardi 4034 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it