6 dicembre 2016

Il sud affonda, ma il governo pensa alle trivelle e al ponte sullo stretto

Il Sud Italia oggi: povertà assoluta al 10,6% , 750mila giovani hanno lasciato il Mezzogiorno, 576mmila posti di lavoro persi in 5 anni, ancora nel 2015 calano gli investimenti pubblici (-3%).

Questa la fotografia del disastro nel Mezzogiorno, presentata oggi da Svimez.

La legge di stabilità registra l’ennesimo segno meno per il Sud dal momento che non ci sono investimenti specifici e che i tagli per 15 miliardi di euro nel prossimo triennio alle regioni, costringeranno a nuove contrazioni degli investimenti e dei servizi, a danno dei più deboli.

E non c’è Master Plan che tenga se non ci sono soluzioni, risorse e investimenti.

L’unica strada del governo, ad oggi, è riempire il Sud di trivelle, fare il ponte sullo Stretto e la Salerno – Reggio Calabria.

La modernità ai tempi del renzismo.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5967 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.