10 dicembre 2016

Caso Pesciarelli, l’avvocato a Radio Cusano Campus: “Se la telecamera non fosse stata rotta…”

Non è stato trovato un colpevole per la morte di Andrea Pesciarelli, il caporedattore del Tg5 deceduto a Roma l’8 ottobre 2011, dopo essere finito contro un albero mentre stava percorrendo a bordo del suo scooter il Lungotevere delle Armi. Il caso, archiviato dalla Procura di Roma, è stata approfondito dall’Avvocato Roberto Ruggiero, legale di Pesciarelli, ai microfoni della trasmissione “Legge o giustizia” condotta da Matteo Torrioli su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it).

“Quella tipologia d’incidente –ha spiegato Ruggiero-, lasciava presupporre che Pesciarelli fosse stato spinto sul marciapiede da una macchina o da qualcosa che avrebbe provocato lo sbandamento della moto. Si evidenzia chiaramente che quella notte una 29enne romana, che è stata indagata per omicidio colposo e omissione di soccorso, ferma la sua macchina e dice di averlo visto cadere. Nessuno ha chiamato l’ambulanza, è arrivata per caso sul posto, perché rientrava da un precedente soccorso. Nella confusione del tutto, a un certo punto di questa ragazza si perde traccia. Questa ragazza, a suo dire, prende e si allontana. Per quale motivo è scomparsa per tre/quattro giorni? E perché solo dopo la grande battaglia di tutti i colleghi di Pesciarelli e il grande impegno delle forze dell’ordine, si è presentata dicendo che era là? Andare via e tornare solo per la paura di essere anticipata non è un comportamento corretto. Non c’è stata una prova che accertasse che ci sia stato un contatto tra la sua macchina e il motorino di Pesciarelli. L’accertamento però rimane incompiuto perché la strusciata ha più possibilità di lasciare una presenza se avviene tra due veicoli che marciano in direzione opposta. Quando due veicoli invece viaggiano nella stessa direzione, se non c’è impatto ma solo contatto, il contatto non lascia la strusciata. L’archiviazione del caso me l’aspettavo. Se non c’è la prova di un contatto, si rimane nel campo delle ipotesi. C’era una telecamera sul luogo dell’incidente, ma era fuori uso. I vigili hanno fatto tutto il possibile”.

Fonte: Radio Cusano Campus