8 dicembre 2016

Renzi e il gioco delle tre carte. Inutile tagliare le tasse se poi aumentano i ticket

Il Governo Renzi dice di voler diminuire le tasse, ma adesso si scopre che saranno aumentati i ticket sanitari. Insomma, se non è zuppa è pan bagnato e così si prende in giro il Paese, facendo pagare alla parte più debole il costo delle manovre finanziarie del Governo, che assomigliano sempre di più al gioco delle tre carte.

In questo modo si andrà a gravare ulteriormente su un sistema sanitario in grave crisi, dove nel 41,7% dei nuclei familiari, almeno una persona in un anno ha dovuto fare a meno di una prestazione sanitaria a causa dei costi proibitivi e delle liste d’attesa troppo lunghe. Una media molto più alta rispetto agli altri Paesi europei, che fa pensare che nel nostro Paese si possa ammalare soltanto chi ha la disponibilità economica per permettersi le cure.

L’intento è chiaro ed è quello di spingere alla privatizzazione il sistema sanitario. In sanità il Governo ci prende in giro. A luglio aveva promesso 113 milioni di euro di risorse per il fondo per la salute, ma adesso si scopre che nella manovra ne ha fissati 111, tagliando di due milioni quanto annunciato precedentemente

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5982 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.