Unioni civili, Gassani: “Italia paese bigotto, siamo i talebani dell’Europa”

Gian Ettore Gassani, Presidente Nazionale e fondatore dell’AMI (Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani per la tutela delle Persone, dei Minorenni e della Famiglia), è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Legge o giustizia”, condotta da Matteo Torrioli su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it).

“Siamo un paese bigotto, siamo i talebani dell’Europa –ha affermato Gassani-. Ogni volta che si sposta un po’ l’asticella dai nostri standard, andiamo nel panico. Non capisco queste polemiche sul fatto di riconoscere diritti alle coppie omosessuali. I nostri cugini spagnoli che sono ancora più cattolici di noi hanno consentito le nozze gay, noi italiani invece siamo ingessati sul pensare che esiste una sola famiglia, quella sposata, tutto il resto è abusivo. Ognuno ha diritto di concepire la famiglia come crede, ci sono dei diritti che devono essere riconosciuti dopo anni di vita insieme, per un banale principio di solidarietà. Non vogliamo creare un doppione del matrimonio, ma non credo giusto che un convivente dopo 20 anni possa essere messo fuori la porta perché non esistono regole in merito. Siamo un Paese talmente bigotto in cui persino Papa Francesco viene contestato perché ha aperto alla comunione per i divorziati”.

Fonte: Radio Cusano Campus