11 dicembre 2016

Calcio – Champions League, tanta Juve, niente gol

Dopo la gara con l’Inter la Juve incappa nel secondo 0-0 consecutivo. I bianconeri dominano il Borussia Mönchengladbach, creano molto nel primo tempo, meno nel secondo, ma centrano poco la porta e devono accontentarsi di un punto, utile ad mantenere la testa del Girone D, ma non ad ipotecare il passaggi agli ottavi.

La partita, fin dall’inizio, è intensa, ma certo non spettacolare: la fase difensiva di entrambe le squadre rasenta la perfezione e per costruire qualcosa serve un po’ di coraggio e iniziativa individuale. Alla Juve gli uomini capaci di creare superiorità numerica non mancano: Alex Sandro, Pogba, Morata, Cuadrado, cercano la giocata risolutiva, ma anche quando riescono a saltare l’uomo, le maglie verdi dei tedeschi si stringono e ribattono colpo su colpo.

Il pressing del Borussia è ben più accorto di quanto annunciato alla vigilia, mentre è da rimarcare l’ordine con cui Schubert organizza i suoi, puntuali nel raddoppiare e nell’inserirsi tra le linee di passaggio dei bianconeri. Così si deve attendere il quarto d’ora per vedere Morata tentare la conclusione, da posizione tutt’altro che agevole. Il tiro a giro è più violento che liftato e termina lontano dalla porta.

Contro avversari del genere si dovrebbe forse cercare prima la conclusione e invece la Juve a volte indugia troppo. Così, prima Pogba e poi Mandzukic vedono ribattere i propri tentativi. Cuadrado, al contrario, accelera la giocata e il suo destro dal limite, anche se a lato, fa sobbalzare lo Stadium.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5996 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.