7 dicembre 2016

Roma – Atac: in occasione della Festa del Cinema il parking dell’Auditorium diventa Hi Tech

Continua il percorso di investimenti e sviluppo di tecnologie da parte di Atac. E’ stato infatti attivato in questi giorni il nuovo sistema di automazione degli ingressi del parcheggio Auditorium.
Il nuovo impianto prevede la gestione automatica di ingressi e uscite dal parking ed è stato dotato di tutte le più recenti tecnologie che lo rendono all’avanguardia, più efficiente e capace di fornire servizi che il pubblico saprà apprezzare. Il parcheggio, infatti, è ora dotato di quattro casse automatiche hi-tech che oltre a prevedere la possibilità di pagare con POS e carta di credito, consentono –  grazie alle tecnologie implementate – di effettuare rinnovi di abbonamenti e ricariche delle tessere a scalare per la sosta.
Le barriere di accesso installate nel parcheggio sono di nuova generazione per permettere la riduzione dei tempi di attesa non solo in ingresso ma anche e soprattutto in uscita, funzionalità che sarà sicuramente apprezzata in quei momenti, quali la fine degli spettacoli, in cui si concentra il ritorno a casa del pubblico e delle vetture.
Il nuovo sistema, infine, è stato progettato anche per poter offrire la possibilità a coloro che acquistano i biglietti per gli spettacoli presso l’Auditorium, di acquistare contestualmente il ticket del parcheggio, opzione questa che sarà disponibile in tempi brevi.  
Con 5 varchi di entrata, 6 in uscita, 4 casse automatiche, 1 cassa manuale e 3 pannelli a messaggio variabile, l’impianto è quindi  in grado di soddisfare le attese del pubblico in termini di fruibilità e qualità del servizio,  e avvia  il suo servizio proprio in occasione della decima edizione della Festa del Cinema di Roma di cui Atac è partner. Ancora un segno di attenzione alla città.

 

About Emanuele Bompadre 8266 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.