3 dicembre 2016

Casilino – Maxi sequestro di Yaba, arrestato pusher con 876 pasticche

Proveniente dall’Asia sudorientale, la Yaba è nota anche come “droga della pazzia”. Devastanti infatti gli effetti provocati da questo potentissimo allucinogeno che oltre a rendere violenti ed aggressivi, molto spesso induce i consumatori ad atti di autolesionismo o addirittura ad istinti suicidi.

Ieri sera, gli agenti del Commissariato san Giovanni, diretti dal dr. Massimo Improta, hanno sequestrato circa 700 delle micidiali pasticche ad un cittadino straniero di nazionalità cingalese.

Il pusher è stato “pizzicato” all’interno di un parcheggio di via Casilina. I poliziotti, entrati nell’area di sosta per effettuare un normale controllo, hanno notato l’uomo, fermo, all’interno della sua auto ed hanno deciso di identificarlo.

Lo straniero, O.M.H., di 26 anni, alla vista degli uomini in divisa è sceso immediatamente dall’auto e con mossa fulminea ha tentato di gettare un involucro sotto la macchina per nasconderlo; ma il gesto non è sfuggito agli agenti che a quel punto, dopo averlo bloccato, hanno raccolto l’involucro e scoperto che all’interno conteneva una 70ina di pasticche rosse (yaba). Esteso il controllo al mezzo, nel vano portabagagli, gli investigatori hanno rinvenuto un contenitore con altre 800 pasticche dello stesso tipo di quelle sequestrate in precedenza.

Accompagnato in ufficio, al termine degli accertamenti, il 26enne è stato arrestato. Dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

About Emanuele Bompadre 8223 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.