9 dicembre 2016

Sbk, Qatar: preview Aprilia

Le luci artificiali del tracciato di Losail, in Qatar, faranno da sfondo alla gara conclusiva del Mondiale Superbike 2015. Su una pista dal fascino particolare, grazie alla location ed allo svolgimento notturno, Leon Haslam e Jordi Torres puntano a un bel risultato per chiudere degnamente una stagione ricca di emozioni.

Magny-Cours non è stata particolarmente generosa per Leon Haslam, costretto a due gare difficili dopo aver dominato la Superpole. La variabilità metereologica vista in Francia non dovrebbe rappresentare un problema in Qatar, mentre la RSV4 ha dimostrato (con una doppia vittoria nel 2014) di adattarsi bene alla conformazione del Losail International Circuit. Proprio per questo il pilota dell’Aprilia Racing Team – Red Devils punta al massimo della posta in gioco.

Jordi Torres torna su un circuito che ha già affrontato durante la sua permanenza in Moto2, situazione che facilita il suo lavoro di “debuttante” nel Mondiale Superbike. Lo spagnolo ha mostrato una costante crescita nella seconda parte di stagione, andando a podio, cogliendo risultati importanti e confermando gara dopo gara il suo status di miglior rookie dell’anno. Chiudere bene la sua stagione di esordio in sella alla RSV4 RF è quindi la sua giusta aspirazione.

Leon Haslam: “In Francia le cose non sono andate come sperato, quindi ho davvero tanta voglia di tornare in pista e dare il massimo per chiudere bene la stagione. In classifica i giochi sono fatti, quindi non ho nulla da perdere: lotterò giro dopo giro puntando al miglior risultato possibile. Correre di notte a Doha rende tutto ancora più eccitante, non vedo l’ora di iniziare questo weekend”.

Jordi Torres: “Il circuito di Losail è fantastico e molto completo, con diverse configurazioni di curva. La mia Aprilia si adatterà sicuramente bene, sta a noi trovare la migliore messa a punto. Correre di notte è sempre emozionante, specialmente in un circuito largo e sicuro come questo. Trattandosi della ultima gara stagionale, ce la metteremo tutta, dando il 100% sin dal primo turno di prove. L’obiettivo è dimostrare la competitività mia e della moto”.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5987 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.