Disagi Metro, Lutrario, USB: “Il sistema è inefficiente e danno la colpa ai lavoratori”

Guido Lutrario, sindacalista Usb, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia, su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it).

“C’è un’organizzazione fatiscente –ha affermato Lutrario- c’è un sistema in cui la manutenzione è messa all’ultimo posto. Queste inefficienze sono state addebitate in modo vergognoso ai lavoratori. Le aggressioni frequenti che subiscono gli autisti sono il riflesso di un’esasperazione legittima del cittadino data però dalla consapevolezza sbagliata, alimentata ad arte, che queste inefficienze siano causate dai lavoratori. Questo non può che diventare l’alibi per una privatizzazione dell’azienda come se in mano alla gestione pubblica l’azienda debba essere per forza inefficiente. C’è un 20% di linee che da tanti anni sono gestite in modo vergognoso da aziende private (Roma Tpl), con perfomance di gran lunga inferiori ad Atac. Queste cose le abbiamo segnalate a tutte le autorità competenti e sarebbero sufficienti a rompere il contratto con Roma tpl. Tutto questo il Comune di Roma non lo ha voluto fare, né con Alemanno né con Marino. C’è connivenza con aziende che hanno sperperato il patrimonio pubblico, assumendo lavoratori di serie b, nel senso che sono costretti ad operare in aziende irregolari, con stipendi più bassi rispetto a quelli di Atac ma con gli stessi turni. Di questo se n’è accorto l’assessore alla mobilità Stefano Esposito, finalmente si sono svegliati”.

“Dicono che facciamo troppi scioperi e serve buon senso? Noi dell’Usb –ha spiegato Lutrario- chiediamo il rispetto della legalità e dei diritti. Abbiamo a che fare con aziende che non hanno rispetto per i cittadini e per i lavoratori. Stiamo organizzando una protesta, che non è uno sciopero, in cui gli autisti porteranno una maglietta con scritto sto lavorando senza stipendio “.

loading...