10 dicembre 2016

Rossi e Lorenzo pronti per la sfida di Phillip Island

I due compagni di squadra arrivano al Pramac Australian Motorcycle Grand Prix separati da sole 18 lunghezze.

Il Campionato del Mondo MotoGP™ 2015 ci ha regalato un’altra sorpresa nel precedente appuntamento andato in scena a Motegi: quando tutti si aspettavano l’acuto di uno dei due rivali per il titolo, ci ha pensato Dani Pedrosa (Repsol Honda) a rovinare i loro piani andando a cogliere la 50ª vittoria della carriera. I due compagnai di squadra della Movistar Yamaha, Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, hanno completato il podio in Giappone ma il pesarese ha guadagnato altri 4 punti sul maiorchino, portando complessivamente il suo vantaggio a 18 lunghezze.

Anche a Phillip Island quindi assisteremo a un’altra battaglia decisiva tra Rossi e Lorenzo, ciascuno dei quali cercherà di sferrare il colpo decisivo nella lotta per il Campionato. Il GP d’Australia è stato introdotto nel calendario del Campionato del Mondo nel 1989 e, il perdio 1991-1996 in cui si corse a Eastern Creek, lo storico tracciato della pista vittoriana ha ospitato l’evento dal 1928.

L’anno scorso Rossi vinse con oltre 10” di vantaggio su Lorenzo, con Marquez fuori dai giochi; se la storia dovesse ripetersi anche nel 2015, il Dottore andrebbe a Sepang con un vantaggio di ben 23 punti.

Valentino è il pilota di maggior successo a Phillip Island, dove ha conquistato 8 vittorie complessivamente (2 in 250cc, 1 in 500cc, 5 in MotoGP™), cinque delle quali, nella sola classe regina, consecutive tra il 2001 e il 2005. Il nove- volte iridato, è inoltre salito ininterrottamente sul podio tra il 1998 e il 2010. Lorenzo ha dichiarato di voler vincere le tre gare che rimangono da disputare: se il pesarese finisse sempre secondo, arriverebbe a sollevare il suo decimo titolo.

Jorge Lorenzo ha vinto una sola volta sul tracciato australiano nella classe regina, nel 2013, anche se di fatto ha trionfato in 250cc nel 2007. Soprattutto nelle ultime tre stagioni il maiorchino non ha mai fatto peggio del secondo posto, ma adesso sarà obbligato a vincere se vuole mantenere in vita la speranza di aggiudicarsi il terzo titolo nella classe regina MotoGP™.

Continua il momento felice di Dani Pedrosa, che potrebbe giocare un ruolo importante nell’assegnazione del Campionato 2015; il veterano di Sabadell però non ha mai vinto nella classe regina a Phillip Island: il suo migliore risultato è il secondo posto del 2013.

Il suo compagno di squadra, Marc Marquez ha chiuso quarto a Motegi, nonostante fosse in sella con una mano fratturata. Un’altra settimana di recupero potrebbe aiutare lo spagnolo, sebbene Phillip Island è una delle due sole piste (insieme a Motegi ) sulle quali il talento di Cervera non ha mai vinto nella classe regina.

Andrea Dovizioso (Ducati Team) si ritrova in settima posizione in classifica grazie al quinto posto di Motegi, a soli 4 punti dal redivivo Pedrosa. L’anno scorso il forlivese ha tagliato il traguardo in quarta posizione per quello che è stato il suo miglior risultato in MotoGP ™, anche se proprio in Australia vinse in 125cc nel 2004. Il suo compagno di squadra Andrea Iannone nel 2014 è rimasto vittima di una scivolata, mentre nel 2013 ha concluso ottavo. Il pilota di Vasto può vantare anche un podio in Australia nel 2010 in Moto2™.

Bradley Smith (Monster Yamaha Tech 3) guida ancora la classifica dei piloti satellite con un margine di 54 punti nei confronti del suo connazionale Cal Crutchlow (LCR Honda) che proprio a Motegi gli è finito davanti. Il piloa di Coventry deve però guardarsi le spalle da Danilo Petrucci (Octo Pramac Racing), a suo volta incalzato Pol Espargarò.

Hector Barberà (Avintia Racing) ha conquistato la vittoria nella classe Open al GP del Giappone, concludendo con un coriaceo nono posto, grazie al quale a riconquistato anche la leadership ai danni di Loris Baz (Forward racing). Proprio in Australia il valenziano ha conquistato il suo miglior risultato in carriera in in MotoGP™, quando nel 2014 ha tagliato il traguardo al quinto posto. Alle spalle del francese, c’è aperta battaglia in casa Honda tra Jack Miller (idolo di casa a Phillip Island) e Nicky Hayden (Aspar MotoGP Team) entrambi appaiati a quota a 16 punti.

Il Pramac Australian Motorcycle Grand Prix prenderà ufficialmente il via con la conferenza stampa del giovedi alle 17:00 ora locale (le 08:00 italiane), con le moto in pista a partire dalle 10:00 di venerdì (01:00 in Italia) con le prove libere.

Fonte: MotoGP.com

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5989 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.