2 dicembre 2016

VI Giochi Mondiali Militari, 32 medaglie conquistate dall’Italia

Con il prestigioso risultato di 32 medaglie, si è conclusa la partecipazione della delegazione italiana ai VI Giochi Mondiali Militari (GMM), svoltisi dal 2 al 10 ottobre in Corea.

Gli atleti italiani si sono classificati al nono posto nella classifica finale, dopo aver conquistato 5 medaglie d’oro, 13 d’argento e 14 di bronzo: risultati che testimoniano il valore e l’impegno degli atleti con le stellette.

Da ricordare l’importante contributo dei 4 atleti paralimpici presenti nella delegazione, 3 uomini e una donna, che hanno gareggiato nell’atletica leggera e nel tiro con l’arco conquistando due medaglie d’argento ed una di bronzo.

Il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano, ha contattato la delegazione esprimendo la sua piena soddisfazione per i risultati conseguiti, che confermano l’alto livello dello sport militare e dei gruppi sportivi che contribuiscono alle eccellenze dello sport italiano.

L’evento si è concluso ufficialmente ieri con una cerimonia ricca di colori e musica, a cui hanno partecipato tutte le delegazioni degli Stati che hanno preso parte a questa sesta edizione.

I Giochi Mondiali Militari sono organizzati dal Consiglio Internazionale dello Sport Militare (CISM) con cadenza quadriennale. L’evento riunisce i popoli di tutto il mondo grazie ai valori su cui si basa lo sport sano e competitivo. Il motto sotto cui il CISM si identifica è infatti “amicizia attraverso lo sport”.

Ai VI GMM hanno partecipato circa 4500 atleti provenienti da più di 100 paesi. L’Italia è stata rappresentata in Corea da una delegazione di 118 persone, di cui 81 atleti militari, dirigenti accompagnatori e staff tecnico. Gli atleti, di livello internazionale ed olimpico, sono effettivi in Patria ai Gruppi Sportivi di Esercito, Marina, Aeronautica, Carabinieri e Guardia di Finanza.