Supercar, sfiorata quota 50mila visitatori

 

La seconda edizione di Supercar va in archivio con 48.620 visitatori – Per tre giorni i motori e Giancarlo Fisichella protagonisti in Fiera Roma – E ora si pensa già all’anno prossimo.

Grande successo di pubblico per Supercar in Fiera Roma: la seconda edizione del Salone dell’auto da sogno ha registrato 48.620 visitatori, nonostante il nubifragio di sabato. Cifre importanti, perché si tratta di quasi il 15% di affluenza in più rispetto allo scorso anno. Un trend in crescita, che conferma la formula vincente di Roma Auto Show, organizzatore dell’evento. Il pilota-collaudatore Ferrari Giancarlo Fisichella è stato protagonista per la tre-giorni, ma sabato a catturare l’attenzione dei visitatori c’è stato anche il grande amico Vincenzo Montella, ex allenatore della Fiorentina e della Roma ma soprattutto vincitore dello scudetto con la squadra capitolina nel 2001.

“Sono felice che Supercar stia crescendo, anche in termini di presenze di pubblico. La risposta dei visitatori è stata positiva, nonostante la giornata di sabato sia stata condizionata dalla pioggia”, commenta Marco Galletti di Roma Auto Show, che organizza Supercar. “Il nostro obiettivo è quello di far toccare con mano agli appassionati il mondo delle auto da sogno che spesso si può vedere solo in televisione o sulle pagine patinate delle riviste. Quest’anno a Supercar abbiamo avuto ospite anche Luca Mazzanti, il costruttore della Evantra, ma è stata anche una delle rare occasioni di poter avere sott’occhio vetture come la Pagani Zonda e la  Viotti Willys Berlineta, oltre a tanti altri gioielli a quattro ruote. Cominciamo da subito a lavorare per la prossima edizione, e invitiamo le Case a starci vicine, perché al giorno d’oggi organizzare un evento del genere non è facile, ma porta un vantaggio innegabile a tutto l’indotto automobilistico”, aggiunge Marco Galletti.

Sono contento che molti ragazzi abbiano avuto la possibilità di divertirsi a Supercar, sia guardando la parte espositiva, sia salendo in macchina a fianco dei piloti professionisti, oppure guidando loro stessi”, dice Andrea Barberis, di Roma Auto Show “Anche quest’anno abbiamo allestito una pista di minikart e anche il figlio di Giancarlo Fisichella, Cristopher, si è divertito a girare”.

“La seconda edizione di Supercar è stata una piacevole conferma”, dichiara Giancarlo Fisichella, che è il testimonial dell’iniziativa fin dallo scorso anno. “Per essere presente a tutti e tre i giorni di apertura del Salone ho anticipato il mio biglietto aereo dal Cile, dove ero andato a correre l’ultima gara dello United SportsCar Championship. E sono felice di averlo fatto: non sembra, ma anche Roma è una città con tanti appassionati di motori, e incontrarli è sempre bello”, conclude Fisichella, che per il lungo weekend non si è mai stancato di firmare autografi e di prestarsi ai “selfie”.

“Fiera Roma è lieta di ospitare un evento come Supercar”, dichiara Mauro Mannocchi, presidente di Fiera Roma. “La profilatura di questa manifestazione la vede come un’identità nuova in un settore dove non è più possibile fare degli eventi se non di grandissime dimensioni. Continuiamo sulla caratteristica delle auto non convenzionali, dove si esalta il nostro design, il made in  Italy, la capacità di produrre degli oggetti irrepetibili. L’altro aspetto è quello di una serie di dibattiti e confronti interessanti sulla mobilità ecosostenibile, e quindi l’auto elettrica ma anche l’auto a idrogeno. Ci sono stati interessanti convegni su questi argomenti, creando interesse sia per l’industria automobilistica e i centri di ricerca, che per i cittadini e gli utenti, che oggi sono molto più sensibili alla sostenibilità e al rispetto dell’ambiente”.

La passione di ogni uomo è la macchina, la macchina si sogna ed io oltre a sognarle le disegno. Supercar è una manifestazione bellissima che coniuga l’accoglienza e la simpatia di Roma ad un mondo particolare, come quello delle macchine”, commenta Charlie Gnocchi, presente a Supercar con i suoi quadri dedicati alle Alfa Romeo. “E’ un passo avanti rispetto allo scorso anno, ma si può fare ancora di più. Come ho già avuto occasione di dire, io penso sempre che Supercar possa diventare il nuovo Motorshow italiano. Macchine, spettacolo, star bene, buon cibo, turismo… è una formula vincente”. Parte del ricavato della vendita dei quadri è andata in beneficenza, all’associazione Peter Pan Onlus, che tra l’altro, è stata ospite di Supercar. Gli organizzatori hanno dato il via libera ai bambini dell’associazione, che hanno potuto trascorrere così una giornata speciale.

Supercar in cifre

Anche per il 2015 la grande kermesse riservata agli appassionati delle quattro ruote ha proposto un «piatto ricco»: tre padiglioni e decine di aziende presenti.

Ben 75.000 mq gli spazi espositivi, suddivisi in 35.000 mq interni e 40.000 mq di aree esterne, che hanno ospitato varie attività: dalle esibizioni degli stunt alle sfilate delle Supercar. 

Le anteprime

Nella mattinata inaugurale si è svolta la presentazione al pubblico di alcune anteprime nazionali.

La Evora è la Lotus stradale più performante di sempre, dotata di un motore sei cilindri 3.5 litri sovralimentato tramite compressore volumetrico, in grado di sviluppare una potenza di 400 cavalli e di accelerare da 0 a 100 chilometri orari in 4.2 secondi, raggiungendo poi una velocità massima di 300 chilometri all’ora. Presente anche una delle due Lotus Evora S donate dalla Casa britannica ai Carabinieri per alcuni compiti speciali, quali il trasporto di organi e sangue e in servizio su Roma e Milano.

Altra anteprima nazionale, quella della Skoda Superb, che è stata svelata per la prima volta agli appassionati italiani sia nella versione berlina che wagon.

Protagonista anche l’ammiratissima Tesla P90D già in vendita nelle concessionarie, ma presentata per la prima volta in un Salone italiano: ricca di tecnologia e prestazioni, con i suoi due motori elettrici trifase e la batteria da 90kWh arricchiti dalla modalità Ludicrous. La vettura raggiunge i 250 km/h e accelera da 0 a 100 chilometri orari in 3 secondi netti ed è inoltre dotata di Autopilot e di Cruise control adattivo con funzione di avviso di collisione.

Le regine

Al padiglione 4, tante le auto non convenzionali a brillare sotto i riflettori: dalla Ferrari 488 alla Jaguar F Type 3.0 V6 Coupé AWD, dalla Bentley Continental MY 2016 alla Maserati Gran Cabrio MC Centennial Edition, dalla McLaren 540 C alla Porsche Targa S4, ma anche la Tesla S P85D, la Viotti AW 380 Berlinetta e la Ford Mustang GT 500. Presenti le vetture della Nascar, con le Chevrolet SS da 415 cavalli del Caal Racing Team, la squadra italiana che partecipa al campionato Whelen Euro Series con i piloti Eddie Cheever III (il figlio dell’ex campione di Formula 1), Salvador Tineo Arroyo, Nicolò Rocca, Alon Day e Carole Perrin. Ma nel Salone erano presenti anche le vetture top di gamma di tanti altri marchi.

La Scuderia Baldini

Nello stand della Scuderia Baldini si sono potute ammirare le auto che hanno fatto e continuano a far sognare: la 250 Spider Pininfarina del 1960 appartenuta a Juan Carlos I Re di Spagna, il cui valore attuale è di circa un milione e seicentomila euro; la Lamborghini Miura del 1970, valore stimato due milioni di euro, e la mitica F40 Ferrari, ma anche Porsche e Lamborghini. Accanto a queste meraviglie c’era anche la Ferrari 458 GT3, campione in carica del tricolore GT ed in corsa per confermare il titolo il prossimo week end al Mugello.

Ecotech Mobility

Ampio spazio alla parte Ecotech Mobility, dove l’esposizione è stata affiancata da varie attività organizzate dal MES, il Polo Innovativo della Mobilità e Sicurezza Stradale di Fiera Roma, in collaborazione con l’Assessorato della Mobilità del Comune di Roma.

Venerdì si sono svolti i convegni “Auto privata o condivisa?” e “Mercato dei mezzi elettrici in Italia”, mentre sabato il tema della giornata è stato quello del “Ruolo dell’idrogeno nella transizione verso un trasporto ad emissioni zero”, seguito da una tavola rotonda sull’argomento, con la presenza di rappresentanti delle istituzioni e della stampa.

Domenica, infine, si è parlato di mobilità sostenibile con le “Nozioni teoriche di Guida Sicura e di Ecoguida” a cura di ACI Vallelunga. 

Roma per la Mobilità

Roma Servizi per la Mobilità è stata presente con uno stand a Supercar, nel contesto della collaborazione avviata con il Polo Fieristico su sicurezza stradale, mobilità sostenibile e innovazione tecnologica. “La sicurezza stradale”, spiega il Presidente e Amministratore Delegato, Carlo Maria Medaglia, “è tra i temi portanti dell’attività svolta ogni giorno da Roma Servizi per la Mobilità. Supercar rappresenta una formidabile opportunità di divulgazione su un tema essenziale come l’educazione, dei più giovani e non solo, verso comportamenti virtuosi quando si è alla guida di un veicolo. In questo senso va letto anche il Protocollo d’intesa che Roma Servizi per la Mobilità ha siglato con la Fiera di Roma, che ospita la rassegna. Per i prossimi due anni l’azienda metterà a disposizione la sua piattaforma editoriale per promuovere le iniziative che avranno come teatro la Factory lab sulla sicurezza stradale allestita proprio all’interno del Polo Fieristico”.

Le istituzioni

Presenti a Supercar anche le istituzioni: allo stand dell’Esercito Italiano c’erano dei veicoli speciali, tra cui il blindato “Centauro”, caratterizzato da grande capacità di percorrenza fuoristrada e il veicolo Tattico Medio Multiruolo “Orso”, usato anche per la ricerca e la rimozione di ordigni esplosivi improvvisati. Allo stand della Polizia Penitenziaria sono stati esposti anche il nuovo Fiat Scudo per il trasporto di detenuti e la nuova Renault Mègane versione Radiomobile. Grande successo anche per le esibizioni del Nucleo Cinofili Antidroga.

Musica e motori

Protagonisti live anche i personaggi, la musica, l’animazione e i gadget di Dimensione Suono Roma: per unire la passione per i motori all’energia della musica la radio della Capitale è stata media partner dell’evento e ha curato l’animazione sul palco del padiglione 6. Qui si sono svolti anche gli “A tu per tu” con i protagonisti, tra i quali Giancarlo Fisichella, intervistato domenica dal giornalista di La 7 Fabrizio Calia. Sul palco, anche Fabio Barone, presidente del Ferrari Club Passione Rossa, e tutta la sua squadra protagonista del World Guinness Record con una Ferrari 458 Italia sulla Transfagarasan.

Simulatori

Dopo il successo riscontrato nella prima edizione, a Supercar sono tornati i simulatori di guida: a disposizione dei visitatori che hanno voluto sperimentare l’ebbrezza della pista ci sono stati infatti diversi simulatori professionali di Formula 1 e GT. Un’occasione ghiotta alla quale non ha voluto mancare neanche Vincenzo Montella.

Show nelle aree esterne

Nelle aree esterne per tutti i giorni di Supercar si sono svolte esibizioni di drifting e spettacoli di stunt con Franco Medici ma anche con le vetture del Campionato Turismo Endurance, Legend Car, auto dell’Historic Rally ed una Subaru nella quale il pubblico è potuto salire a bordo nella veste di navigatore. Anche nel taxi drifting il pubblico potrà provare le emozioni dei traversi.

Il drifting è una disciplina nata e sviluppata in Giappone ed ora diffusa in tutto il mondo: la particolarità di questo sport motoristico risiede nella bravura dei piloti e nella loro tecnica di guida che consente di effettuare sbandate controllate e di ”copiare” i movimenti della vettura che li precede. La vittoria viene stabilita tramite dei punteggi che i giudici assegnano per spettacolarità, angolo, velocità, vicinanza nell’affrontare una curva e/o seguire l’apripista.

Ferrari in passerella

Nella giornata di domenica  aree esterne di Supercar hanno ospitato una parata del Ferrari Club Passione Rossa, considerato il più importante sodalizio di clienti Ferrari in Italia con i suoi 16 anni di attività e gli oltre 500 raduni effettuati anche all’estero.

Passione Rossa è stato presente con oltre 40 vetture provenienti da tutta Italia, a coprire una produzione di oltre tre decenni di Casa Ferrari: dalla 208 Turbo in tutte le sue versioni alla mitica Testarossa passando per le berlinette come la 348 e la 355, ultima vettura con i fari a scomparsa firmata Ferrari. E poi, ancora, la 360 Modena, con il suo stile inconfondibile, che ha dato vita a sfide memorabili nel Challenge Ferrari, fino ad arrivare all’attuale 458: la più recente, ma anche la più compatta fra le supercar della “rossa”, nelle versioni coupé e spider.

C’era anche la regina della Casa di Maranello: LaFerrari, un capolavoro di tecnica e stile, incaricata di sostituire la Enzo. L’incredibile vettura monta un motore V12 da 6.2 litri, con ben 800 cavalli a 9.000 giri/min e 700Nm di coppia massima.

Durante la sfilata, nella pista a fianco dei padiglioni di Fiera Roma sono risuonati dunque più di 14.000 cavalli. In pista anche la Ferrari 458 Italia con la quale Fabio Barone è entrato nel World Guinness Record: un fortunato tra il pubblico ha potuto fare un giro a fianco di Barone, diventando così navigatore per un giorno.

Tuning

Supercar ha ospitato la finale italiana del concorso Emma, indetto dalla European Mobile Media Association e valevole per le qualifiche alla finale Europea che si terrà a Salisburgo.

Bioparco

La Fondazione Bioparco ha avuto un suo stand a Supercar.  “Il Bioparco di Roma ha partecipato con entusiasmo all’evento Supercar”, afferma il Presidente della Fondazione Bioparco di Roma, Federico Coccìa. “La nostra mission principale è l’educazione ambientale: nel caso del binomio ambiente-motori, l’auspicio è che la tecnologia applicata al settore automobilistico contribuisca alla salvaguardia dell’ambiente”. 

ACI Vallelunga

Vallelunga, struttura multifunzionale alle porte di Roma, composta oltre dal famoso e storico Autodromo, anche dal Centro Guida Sicura ACI-SARA, non ha voluto mancare l’occasione di mostrarsi al pubblico di Supercar. Vallelunga ha proposto in promozione i propri Corsi di Guida Sicura, rivolti a tutti i guidatori e in grado di formare ed educare ai corretti comportamenti sulla strada, trasferire la consapevolezza dei rischi che possono presentarsi nella guida di tutti i giorni e le corrette tecniche per far fronte agli eventuali pericoli.

Inoltre, lo spirito del motorsport è stato alla portata degli appassionati con la presenza a Supercar della Lamborghini Safety Car ufficiale dell’Autodromo.

Top Thousand

Tra le novità di Supercar, il patrocinio di Top Thousand, un Osservatorio permanente sulla mobilità nato a fine dicembre e composto da Fleet e Mobility Manager di aziende che complessivamente rappresentano una flotta di oltre 30mila veicoli. Il progetto è nato dalla volontà di un gruppo di professionisti della mobilità che si occupano della gestione del parco auto e del mobility management di alcune delle aziende più note del nostro Paese: a cominciare da Riccardo Vitelli, che è presidente dell’Osservatorio “Top Thousand”, per poi annoverare professionisti di altre realtà molto conosciute. Il compito è quello di prestare attenzione a una serie di temi di stretta attualità collegati alla mobilità, che a loro volta costituiranno lo spunto per generare attività diverse: promozione, studi, ricerche, formazione e aggiornamento nei settori della sicurezza, dell’ambiente, della gestione delle auto e della mobilità aziendale.

Supercar si è svolto con il patrocinio dell’Osservatorio Top Thousand, Roma Capitale Regione Lazio e Camera di Commercio.

I video del giorno

Informazioni su Emanuele Bompadre 10577 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.