Motomondiale – Moto2, a Motegi settimo sigillo per Zarco

Il francese festeggia la conquista del titolo iridato Moto2™ con la settima vittoria stagionale.

Il backflip più bello di tutta la stagione, direttamente dal serbatoio della sua Kalex! Il neo-Campione del Mondo Johann Zarco (Ajo Motorsport) festeggia nella maniera ideale, con una vittoria meritata, la conquista del titolo iridato 2015 della classe intermedia Moto2™ consegnatogli da Tito Rabat (Estrella Galicia 0,0 Marc VDS) assente per infortunio in Giappone.

Sul Twin Ring di Motegi, al terzo dei 15 giri previsti (in virtù delle condizioni meteo di quest’oggi) il pilota di Cannes passa senza appello il fuggitivo Jonas Folger (AGR Team) incrementando il suo vantaggio giro dopo giro. Terzo posto per Sandro Cortese (Dynavolt Intact GP), che torna sul podio dopo Brno 2014.

Al penultimo giro, l’italo-tedesco riesce a spodestare il malese Azlan Shah (IDEMITSU Honda Team Asia), per la prima volta al traguardo nella Top 10. Sorte avversa per il suo compagno di squadra Takaaki Nakagami, scivolato quando occupava la terza posizione provvisoria.

La Malesia dentro la Top Five grazie alla quinta posizione di Hafizh Syahrin (Petronas Raceline Malaysia) e Ricky Cardus (JPMoto Malaysia). Settimo il primo degli italiani, Simone Corsi (Forward Racing), autore di una bella rimonta e di accesi duelli nel corso di questa gara-sprint. Il romano ha preceduto la Speed Up di Sam Lowes.

Marcel Schrotter (Tech 3) e Randy Krummenacher (JiR Racing Team) chiudono la Top 10, dalla quale rimangono esclusi Alex Rins (Paginas Amarillas Hp 40) e Lorenzo Baldassarri. Il rookie spagnolo, in lotta per il podio a metà gara, arriva lungo alla Curva 1 perdendo inesorabilmente posizioni; peggio va all’altro esordiente Alex Marquez che prende un’imbarcata alla Curva 4 e chiude fuori dalla zona-punti.

Fonte: MotoGP.com

loading...
loading...
Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 8087 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.