2 dicembre 2016

Rally del Marocco – Team Peugeot Total, il diario di bordo della quarta tappa

Al Rally del Marocco per gli equipaggi del Team Peugeot Total i giorni si susseguono con umori differenti. Dopo la battuta di arresto del giorno prima, Sébastien Loeb ha fatto segnare il terzo tempo della speciale, mentre Carlos Sainz, leader della classifica generale, è stato costretto all’abbandono. Carlos Sainz, leader della corsa al primo Controllo di Passaggio della Speciale 4, è partito per dimostrare ancora una volta il potenziale della nuova PEUGEOT 2008 DKR sui 293 km che portavano la carovana da Zagora ad Agadir, sulla costa atlantica. Passato il controllo, il motore della sua vettura si è fermato improvvisamente.

Dopo qualche tentativo per riavviarlo, Carlos Sainz e Lucas Cruz non hanno avuto altra scelta che aspettare la loro squadra di assistenza. La decisione, in ragione del poco tempo a disposizione per finire la tappa ed arrivare ad Agadir, è stata di non rientrare al bivacco ma di andare in direzione di Erfoud dove la prossima settimana sono in programma otto giorni intensi di test di sviluppo. Sébastien Loeb, sulla 2008 DKR 2015+, ha invece realizzato un’ottima performance sulla Speciale 4. Malgrado un cattivo ordine di partenza ed una foratura lenta, ha staccato il terzo tempo assoluto. Risultato che è il miglior ringraziamento che Sébastien e Daniel potevano indirizzare ai loro meccanici che hanno passato la notte precedente in bianco per ripristinare la 2008 DKR15+ dopo il cappottamento del giorno precedente Sébastien Loeb : « Dopo gli inconvenienti della tappa precedente siamo partiti diciottesimi e abbiamo dovuto superare tutte le vetture meno rapide e le nuvole di polvere sollevate da chi ci precedeva non ci hanno sicuramente aiutati.
Questo ci ha sicuramente un po’ ritardato nelle battute iniziali perché fino a quando non abbiamo avuto visibilità completa non siamo riusciti a spingere quanto avremmo voluto. Direi che è stata una tappa positiva, condizionata da una foratura lenta per più di 100 km ma con il telegonfiaggio siamo comunque riusciti a compensarla e ad arrivare alla traguardo senza doverla sostituire. Sono contento del terzo tempo di speciale »

Classifica Tappa 4

1.Al Rahji (SAU)/ Timo Gottschlack (GER), Toyota Hi-Lux, in 2 h 33’49

2.Nasser Al Attiyah (QAT)/Matthieu Baumel (FRA), Mini All 4 Racing, +0’45

3.Sébastien Loeb (FRA)/Daniel Elena (MC), PEUGEOT 2008 DKR15+, +1’57

4.Vladimir Vasilyev (RUS)/Konstantin Zhiltsov (RUS), Toyota Hi-Lux, +3’22

5.Giniel De Villiers (ZAF) / Dirk Von Zitzewitz (ZAF), Toyota Hi-Lux, +3’42

Classifica Generale dopo Tappa 4

1.Nasser Al Attiyah (QAT)/Matthieu Baumel (FRA), Mini All 4 Racing, in 11 h 03’12

2.Al Rahji (SAU)/ Timo Gottschlack (GER), Toyota Hi-Lux, + 16’10

3.Vladimir Vasilyev (RUS)/Konstantin Zhiltsov (RUS), Toyota Hi-Lux, + 19’24

4.Giniel De Villiers (ZAF) / Dirk Von Zitzewitz (ZAF), Toyota Hi-Lux, + 24’50

5.Leeroy Norman Poulter (ZAF)/Robert Duncan Howie (ZAF), Toyota Hi-Lux, + 33’30

About Emanuele Bompadre 8218 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.