11 dicembre 2016

Fiumicino – Califano: “Caos occupazionale aeroporto. Bene interpellanza Pd”

Voglio ringraziare personalmente la Senatrice Pd Annamaria Parente per aver presentato un’interpellanza al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, sullo stato di precariato che si vive all’interno dell’aeroporto Leonardo Da Vinci. Era una promessa che lei e il senatore Bruno Astorre avevano fatto a me e al sindaco Montino.

Il Leonardo da Vinci, anche a causa di alcune scelte piuttosto particolari dell’ente gestore, da bacino occupazionale si è trasformato in un purgatorio. Ogni giorno ci sono aziende che chiudono, decine e decine di lavoratori che vengono ‘espulsi’ dal mondo del lavoro. Una situazione intollerabile.

Dal 2008 a oggi, solo l’Alitalia ha ‘bruciato’ 2700 posti. Una ricaduta occupazionale e sociale pesantissima che ha penalizzato soprattutto Fiumicino. Tutto questo mentre ancora si ipotizza la realizzazione di un nuovo aeroporto di circa 1300 ettari (un’area grande quanto l’intera Isola Sacra quindi), accanto all’attuale scalo.

È urgente, come più volte sia io che il sindaco Montino abbiamo sottolineato, garantire ai lavoratori ex Alitalia e quelli dell’intero comparto aeroportuale in crisi, la prosecuzione degli ammortizzatori sociali e la salvaguardia dei livelli occupazionali. Oltre che la convocazione di un tavolo urgente per discutere la situazione dell’aeroporto a 360 gradi, in particolare la questione Alitalia, Alitalia Maintenance Systems, delle società di handling come Groundcare e altre società di servizio e di commercio ormai a un passo dai primi licenziamenti.

About Emanuele Bompadre 8299 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.