Roma – Rapinano una 70enne scaraventandola a terra, rintracciati grazie al numero di targa

Il tempo di depositare la borsa sul sedile della propria macchina per poter meglio sistemare le buste della spesa appena acquistata. Un uomo si avvicina repentinamente e le prende la borsa.




La donna reagisce cercando di riprendersi la borsa ma viene scaraventata a terra dal malvivente, che sale poi in un’auto dove l’attendono 2 complici per fuggire. La 70enne però non si scoraggia, memorizza il numero di targa dell’autovettura e chiama subito il 113.

Immediata la segnalazione della sala operativa della Questura alle volanti impegnate in zona Primavalle. Una di queste, all’altezza di via Panizzi, incrocia la macchina dei fuggitivi nella direzione opposta, inverte la marcia e inizia a seguire l’auto.

Inizia così un impegnativo inseguimento, durato una decina di km, lungo le vie dei quartieri Primavalle ed Aurelio, con la macchina dei fuggitivi che ha tentato più volte con manovre pericolose di provocare incidenti al fine di far rallentare la volante.Nonostante ciò la volante che inseguiva, visto il traffico e non volendo mettere a repentaglio l’incolumità delle persone in quel momento in strada, non ha forzato l’andatura mantenendo un contatto costante con la sala operativa in modo tale da far convergere nelle zone interessate altri equipaggi.

All’inseguimento ha partecipato anche un agente della Squadra Mobile libero dal servizio che, visto quanto stava accadendo, è accorso a dar manforte ai colleghi. Giunti all’incrocio fra via di Boccea e via Don Carlo Gnocchi la macchina dei fuggitivi, che pochi metri prima aveva speronato la volante, ha perso il controllo colpendo in pieno il muro di cinta.

Due dei tre occupanti sono stati bloccati sebbene con calci e pugni agli agenti di Polizia gli stessi abbiano più volte cercato di fuggire. Rinvenuta a bordo dell’auto la borsa, successivamente riconsegnata alla proprietaria.

L.A.B.V., colombiano di 34 anni e C.S., peruviano di 40, condotti al Commissariato Primavalle, sono stati arrestati per rapina, resistenza e lesioni a pubblico Ufficiale, ricettazione e danneggiamento aggravato in concorso. Il colombiano, già conosciuto alle forze di Polizia, è risultato essere già sottoposto all’obbligo di firma. Indagini e ricerche degli uomini della Polizia di Stato per rintracciare il terzo complice.

Informazioni su Emanuele Bompadre 10279 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.