9 dicembre 2016

On. Di Stefano: “Governo codardo e bugiardo sul riscatto pagato per Greta e Vanessa.”

“Governo codardo e bugiardo su riscatto pagato per Greta e Vanessa Insulti sessisti alla Lezzi? Grasso ridacchiava, gli interessava solo far approvare la riforma di Renzi”. Lo ha detto Manlio Di Stefano, deputato del Movimento 5 Stelle, ai microfoni della trasmissione “La storia oscura”, condotta da Fabio Camillacci su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano.

Sul riscatto di 11 milioni di euro pagato per la liberazione di Greta Ramelli e Vanessa Marzullo. “E’ una notizia che dimostra quanto il nostro Governo sia codardo –ha affermato Di Stefano-. Quando convocammo Gentiloni alla Camera per riferire su questa vicenda, lui disse che erano soltanto illazioni quelle in merito ad un presunto riscatto pagato. E invece il riscatto è stato pagato. Il Governo pensa di poter fare e dire quello che vuole senza alcun tipo di riguardo nei confronti dei parlamentari”.

Sugli insulti sessisti di Lucio Barani a Barbara Lezzi. “Se guardate il video dell’episodio –ha spiegato Di Stefano- si vede Grasso che ridacchia e dice ‘Questo non rientra nella riforma costituzionale’. Non è che se l’obiettivo del Governo è approvare una riforma, il Presidente del Senato deve diventare il suo braccio destro e il suo esecutore. Il Presidente del Senato ha il dovere di garantire i diritti delle minoranze e far rispettare l’ordine in aula. Il senatore D’Anna fa un gestaccio ignobile e l’altro senatore fa un altro gestaccio ancor peggiore. Ma a quanto pare tutto è permesso, anche quando si discutono riforme costituzionali. Se questa è la gente che sta riformando la Costituzione, gli italiani devono avere paura. Non credo che i nostri padri costituenti facessero questi gestacci durante il dibattito per la stesura della Costituzione”.

About Emanuele Bompadre 8284 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.