3 dicembre 2016

Mondadori-RCS, Dacia Maraini: “C’è bisogno di una politica culturale non di interessi commerciali.”

La scrittrice Dacia Maraini è intervenuta ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia, su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it), in merito all’acquisizione di Rcs Libri da parte di Mondadori.

“Io –ha affermato Maraini- sono contraria in genere alla concentrazione, non solo editoriale, di qualsiasi potere economico, perché nuoce alla pluralità del mercato. Il libro non è un oggetto qualsiasi, è un oggetto specifico, delicato, che ha a che vedere con le idee quindi avrebbe bisogno di una politica culturale. E più si diventa dei colossi e meno si fa politica culturale, si diventa un grande mercato. Gli scrittori non contano nulla, nessuno mi ha avvisata di questa operazione, l’ho saputo dai giornali. Tutte le operazioni economiche passano sulla testa degli scrittori, che sono considerati manodopera e basta. Finora la Mondadori ha sempre lasciato molta libertà agli scrittori, perché Berlusconi pensa che i libri non contino nulla quindi non ha mai applicato censure, al contrario di quanto ha fatto in televisione. A prescindere da questo, credo che all’editoria non faccia bene questa concentrazione economica e di potere perché in uno Stato democratico ci vuole concorrenza”.

About Emanuele Bompadre 8223 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.