5 dicembre 2016

Pomezia – Manifestazione cittadina di Casapound per la rinascita di Torvaianica

“Abbiamo fatto sentire la nostra voce insieme a cittadini e comitati di quartiere e continueremo a farlo – spiega in una nota il referente di CasaPound Italia Pomezia, Andrea Cincotta – finché zone più periferiche di Pomezia come Torvaianica o SantaPalomba non torneranno ad assumere finalmente un aspetto dignitoso per tutti quei cittadini che le vivono. Oggi questa manifestazione – continua Cincotta – dá un segnale molto forte di come le persone siano stanche di questa amministrazione che ha completamente abbandonato il nostro territorio, ricordandosene solo nei tre mesi estivi e solo nella parte più centrale di Torvaianica.

casapound torvaianicaLa situazione del giardino di Piazza Italia è diventata insostenibile – segue la nota – e quotidianamente si possono vedere scene di degrado con stranieri che bivaccano tutto il giorno bevendo a dismisura, orinando all’interno del parco e talvolta dando pessimo spettacolo con vere e proprie risse. Tutto questo in uno spazio verde che dovrebbe essere destinato anche al gioco di bambini ma che ormai i genitori rassegnati sono costretti ad evitare”.

“La piazza è il punto nevralgico di Torvaianica e vedere quest’area, come tante altre, ridotte così è a dir poco imbarazzante. Un imbarazzo – spiega Cincotta – che evidentemente non tocca minimamente l’amministrazione pometina la quale, sapendo della nostra manifestazione e volendo sminuirla, in settimana ha provato a mettere in campo una task force di giardinieri pronti a ripulire il parco. Un lavoro peraltro riuscito malissimo visto che gran parte del materiale da loro raccolto è stato poi abbandonato ai lati delle aiuole nel parco stesso”.

“A questo punto nessun può far più finta di nulla: siamo i soli che mettono continuamente in luce i tanti problemi di questa cittadina attraverso continui comunicati, azioni e riqualificazioni tra cui proprio quelle effettuate nello stesso giardino di piazza Italia. Ma soprattutto con questa manifestazione per la prima volta abbiamo finalmente dato voce a tutti quei tanti cittadini stanchi di questa amministrazione, e che non hanno intenzione di fermarsi a quanto fatto oggi. Questo perché – conclude la nota – c’è voglia di riprendersi la propria città”.