8 dicembre 2016

Calcio – Serie D, Serpentara BellegraOlevano, Brasiello: “La squadra è viva e ci crede”

E’ un momento positivo per il Serpentara BellegraOlevano. La squadra dei presidenti Ferro e Falanesca ha conquistato il suo terzo pareggio consecutivo tra campionato e Coppa con mister Fabrizio Centra in panchina. Dopo il 2-2 di Manfredonia e lo 0-0 (con passaggio del turno) in Coppa ad Albano, il Serpentara ha impattato 0-0 contro i pugliesi del Virtus Francavilla nel sesto turno di campionato giocato sul neutro (a porte chiuse) di Artena. Il punto non cambia molto la classifica, ma dà sicuramente morale anche perché è arrivato al termine di una gara giocata per un’ora circa in inferiorità numerica dopo l’espulsione di Rubino. «Un buon pareggio – conferma l’esperto difensore classe 1981 Antonio Brasiello – anche perché di fronte c’era una delle squadre accreditate per la vittoria finale. Abbiamo cominciato la partita attendendo l’avversario e provando a colpirlo in contropiede. Abbiamo costruito un paio di buone occasioni senza sfruttarle, poi tutto è diventato più difficile quando siamo rimasti in dieci: la squadra si è abbassata inevitabilmente senza però correre grandi rischi e chiudendo gli spazi centrali dove la Virtus Francavilla ha provato a infilarsi». Il secondo pareggio consecutivo di campionato ha un significato chiaro per Brasiello. «Vuol dire che crediamo fortemente alla salvezza e che non vogliamo essere le vittime sacrificali di questo girone». Sul morale del gruppo ha influito anche la bella prestazione in Coppa. «Il passaggio del turno ci ha dato ulteriore consapevolezza nei nostri mezzi e quello deve rimanere il senso di questa competizione anche se indubbiamente può averci tolto qualcosa dal punto di vista fisico considerando che la formazione era molto simile a quella scesa in campo ieri». Domenica il Serpentara BellegraOlevano andrà alla ricerca del primo successo sul campo dei lucani del Picerno che finora hanno collezionato quattro punti. «Finora abbiamo avuto un calendario molto tosto – spiega Brasiello -, ora potremo giocarcela con una squadra che, classifica alla mano, sembra più alla nostra portata. Soprattutto in trasferta, però, questo girone regala sempre sfide dure su campi caldi e con difficoltà logistiche evidenti, quindi dovremo fare il massimo per portare via dei punti».