11 dicembre 2016

Calcio – Serie D, poker biancoviola al Budoni, Ostiamare alla quarta vittoria consecutiva

L’ Ostiamare di Roberto Chiappara continua la sua corsa fantastica, in quest’inizio di torneo, e con il 4 a 0 finale rifilato al Budoni, all’ Anco Marzio, si conferma prima nel Girone G con 15 punti, grazie al quarto successo consecutivo, terzo in altrettante gare disputate nel fortino di Via Amenduni, e chiudendo un’altra gara con 0 reti al passivo (2 soli i gol subiti in sei turni di campionato, 0 nelle ultime quattro, ndr). Budoni coriaceo con Saraò decisivo nei suoi interventi salva risultato (miracoloso quello nella ripresa sul colpo di testa a botta sicura di D’Astolfo, ndr), poi però Ramacci sblocca su rigore e si sprigiona la forza esplosiva di un’ Ostiamare che va in rete altre tre volte, grazie alla doppietta di Vano, il gigante ex Chieti e Terracina, all’esordio in biancoviola dopo aver smaltito i problemi fisici avuti, e Piro, che suggella un’altra grande prova con il 4 a 0 sancito dal fischio finale dell’arbitro Citarella di Matera.
Si parte, dopo l’emozionante premiazione di Giovanni Iodice, altro grande personaggio della storia biancoviola, e mister dal 1953 al 1965, e dopo pochi istanti di match l’ Ostiamare sfiora il vantaggio con Fraschetti. Il numero dieci biancoviola s’insinua in area e poi conclude in diagonale, ma la palla sfila sfortunatamente sul fondo, non lontano dal bersaglio. I biancoviola insistono, ma i galluresi di Bacciu non disdegnano qualche timida sortita dalle parti di Barrago come al 12′ quando Redaelli conclude dal limite, con palla bloccata agevolmente dal portiere biancoviola.
Poco dopo la mezzora ancora lidensi in avanti, nel tentativo di scardinare la compatta difesa ospite, protetta da capitan Nnamani. Stop e tiro bellissimo di Maestrelli, palla fuori di poco, poi sulla discesa di Piro, con palla centrata in area, Cicino non riesce ad arrivarci per un soffio, Succi invece arriva per il tap-in ma senza poter inquadrare lo specchio. All’intervallo è 0 a 0.
Si riparte, con un Budoni più spigliato, ed infatti al 5′ brivido in area biancoviola perchè Nnamani stacca di testa sulla punizione di Salvini, ma Barrago para. Un minuto ed è strepitoso invece Saraò sul colpo di testa da distanza ravvicinata di D’Astolfo, servito alla grande da Piro. Il portiere del Budoni smanaccia la palla in angolo a mano aperta compiendo davvero una super parata.
L’ Ostiamare insiste ma sbatte sempre sull’estremo difensore della formazione gallurese, finchè non passa, al minuto 21. Nnamani commette fallo in area, dal dischetto Ramacci non fallisce per l’1 a 0 che sblocca il match. Da quel momento solo Ostiamare, con tre reti realizzate in 5 minuti e Budoni definitivamente al tappeto.
Vano, entrato in corso d’opera, cancella queste settimane trascorse a superare un calvario che sembrava infinito con il gol del 2 a 0, siglato da distanza ravvicinata sull’assist di un Piro come sempre imprendibile. Poi, è Piroli a rifornire il gigante d’attacco per il colpo di testa del 3 a 0. Un esordio sicuramente bellissimo, coronato in sala stampa con le sue emozioni e la dedica ai genitori e naturalmente all’ Ostiamare e a tutto lo staff tecnico e medico-fisioterapico che lo ha aiutato a superare questo periodo di difficoltà. La ciliegina sulla torta? Il gol di Piro, tra i migliori come sempre, servito da un filtrante di rara bellezza del capitano, D’Astolfo. 4 a 0, Ostiamare che continua a mettere fieno in cascina, e a togliersi grandi soddisfazioni con umilta, bel gioco e un gruppo fantastico. Avanti!

CAMPIONATO NAZIONALE SERIE D, GIRONE G
6^ GIORNATA DI ANDATA
OSTIAMARE – BUDONI 4-0
OSTIAMARE: Barrago, Cesaretti, Succi, Mastrantonio, Ramacci, Piroli, Piro, D’A stolfo, Cicino (12’st Vano), Fraschetti (25’st Ferrari), Maestrelli (45’st Catese). A disp.: Quattrotto, Macellari, De Nicolò, Kikabidze, Terziani, Calveri. All.: Roberto Chiappara.
BUDONI: Saraò, Mastio, Zela (23’st Caggiu), Redaelli (16’st Foddi), Nnamani, Farris, Deiana, El Kamch, Guaina (35’st De Rosa), Salvini, Martinez. A disp.: Corda, Murgia, Sanna, Santoro, Tumbarello. All.: Giuseppe Bacciu.
ARBITRO: Gabriele Citarella di Matera. ASSISTENTI: Francesco Perrelli di Isernia, Lorenzo Poma di Trapani.
MARCATORI: 21’st Ramacci rig., 40’st, 43’st Vano, 46’st Piro (OM).
NOTE: La gara è stata preceduta dalla premiazione, nell’anno del 70° anniversario biancoviola, di Giovanni Iodice, tecnico dell’Ostiamare dal 1953 al 1965.

Fonte fotografica: Mino Ippoliti