4 dicembre 2016

Calcio – Serie A, è pari tra Sampdoria e Inter

Termina in pareggio la sfida di Marassi tra Sampdoria e Inter, con le reti di Muriel e Perisic siglate nel secondo tempo.

L’Inter soffre a Marassi, ma strappa un prezioso pari alla Sampdoria e nel finale di gara spinge sull’acceleratore alla ricerca della vittoria. I blucerchiati invece, una volta andati in vantaggio con merito, non riescono a mettere al sicuro il successo. Un pari quindi giusto, che lascia l’Inter, in attesa della partita della Fiorentina, in testa alla classifica, mentre la Sampdoria si porta a 11 punti, sempre nelle zone alte della graduatoria.

La Sampdoria chiude bene nel primo tempo tutti gli spazi all’Inter, che manovra lentamente senza mai riuscire a impensierire la retroguardia della formazione di Zenga. I padroni di casa già in avvio, nei primi dieci minuti, si rendono pericolosi dalle parti di Handanovic, con Soriano, Zukanovic ed Eder. L’occasione più clamorosa capita a Correa, che una volta superato Handanovic, a un metro dalla porta vuota, calcia a lato colpendo con l’interno sinistro un pallone semplicemente da appoggiare in rete. Al riposo dopo aver evitato di capitolare ci si aspetta in campo un’Inter più decisa nella ripresa, ma è invece la Sampdoria a passare in vantaggio al 51′ dopo aver sciupato almeno due contropiedi pericolosi. Al terzo traversone dalla destra arriva però Muriel a deviare in rete in scivolata di sinistro. Preso il gol i nerazzurri si riversano nella metà campo avversaria alla ricerca del pareggio, lasciando ancora più spazio ai contropiedi di Muriel che, preso Medel in velocità, calcia fuori di sinistro dal limite il pallone che avrebbe chiuso il match. La squadra di Mancini però non demorde, inizia a far piovere dalle parti di Icardi un traversone dopo l’altro, con Perisic più attivo e concreto delle sue prime apparizioni. Su uno di questi cross si forma una mischia in area, Icardi tocca sul secondo palo e proprio Perisic insacca a porta vuota il pareggio al 76′. Il quarto d’ora finale è tutto di marca nerazzurra perchè i padroni di casa non riescono più a ripartire, ma Viviano non corre comunque grossi pericoli.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5930 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.