10 dicembre 2016

Sciopero Atac e Tpl, Lutrario: “Assessore Esposito pericoloso, alimenta l’odio verso i lavoratori del trasporto pubblico”

“Assessore Esposito pericoloso, alimenta l’odio verso i lavoratori del trasporto pubblico. Ore di lavoro macchinisti? Materia che non dipende dai sindacati”. Così Guido Lutrario, sindacalista della Usb, ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia, su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it).

“Esposito? Questo assessore è pericoloso –ha affermato Lutrario-. Sta ulteriormente alimentando l’odio verso i lavoratori del trasporto pubblico. Macchinisti a Roma lavoravano solo 3 ore? Non dipendeva dai sindacati, ci sono regole che impongono che i conducenti della metro lavorino meno rispetto a quelli degli autobus. Non è stata materia di contrattazione sindacale. Si fa riferimento in modo molto superficiale alle ore di lavoro dei macchinisti, coinvolgendo anche i conducenti dei bus che hanno sempre lavorato per 7 ore in maniera continuativa”.

“Sono almeno 3 anni –ha spiegato Lutrario- che contestiamo il fatto che le aziende del trasporto privato non rispettano la regolarità dei contratti e del contratto di servizio con il Comune di Roma. Le irregolarità sono tante, ad esempio gli stipendi che non vengono pagati. I lavoratori di queste aziende, pur facendo lo stesso lavoro di quelli dell’Atac, guadagnano molto meno. Ecco perché l’esasperazione oggi è arrivata al massimo”.

“Ovviamente –ha aggiunto Lutrario- chiediamo anche sicurezza per i lavoratori e per i passeggeri. C’è una signora che rischia di perdere il braccio, per essere stata colpita dal portellone di un autobus. Ci sono scarsi investimenti sul campo della sicurezza e della manutenzione si sta risparmiando sulla pelle dei cittadini e dei lavoratori”.

About Emanuele Bompadre 8290 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.