6 dicembre 2016

Cisterna di Latina – Caso Nocera, le precisazioni dell’amministrazione

In merito alla vicenda di cronaca che ha coinvolto l’architetto Carmine Domenico Nocera il Comune di Cisterna di Latina precisa quanto segue:

Nei tre mesi di conferimento dell’incarico (dal 5 maggio 2015 al 7 agosto 2015) l’architetto Nocera non ha istruito alcuna pratica di condono edilizio e di conseguenza non ha percepito alcun compenso, essendo questo liquidato in proporzione al valore della pratica conclusa. Si chiarisce inoltre che l’iter procedurale con il quale è stato conferito l’incarico all’Arch. Nocera ha seguito i termini previsti dalla normativa vigente e ne segue descrizione dettagliata.

Con la determina n.75 del 13.05.2014 del Settore 9, a firma dell’ arch. Sandro Pesino, veniva indetta la selezione pubblica in ambito nazionale per l’affidamento di n.5 incarichi di collaborazione professionale a tecnici professionisti per istruttoria e definizione pratiche di condono edilizio. L’avviso veniva pubblicato all’albo pretorio on line e sul sito web istituzionale dal 21.05.2014 al 10.06.2014. Nei termini previsti venivano protocollate numero 22 domande. A seguito del rinnovo dell’Amministrazione comunale, il Sindaco Eleonora della Penna con decreto sindacale n. 10 del 11.06.2014 nominava la Dott.ssa Gloria Ruvo, Segretario Generale dell’Ente, Responsabile dell’Ufficio Condono.

Con determinazione dirigenziale Settore 9 – n.104 del 10/07/2014 la Dott.ssa Ruvo, a seguito di richiesta dell’amministrazione di far partecipare il più alto numero di concorrenti possibile, procedeva all’approvazione del nuovo avviso di selezione pubblica e contestualmente si riaprivano i termini di presentazione delle domande di partecipazione, facendo comunque salve le richieste già pervenute. L’avviso veniva poi pubblicato all’albo pretorio on line e sul sito web istituzionale dal dall’11.07.2014 al 31.07.2014. Nei termini previsti venivano protocollate ulteriori 32 domande. Con determinazione dirigenziale del Settore 9 – n.119 del 30.09.2014 veniva nominata la Commissione giudicatrice della selezione; la commissione ha successivamente proceduto all’espletamento delle proprie attività tutte verbalizzate.

Terminate le procedure concorsuali l’ufficio personale, la cui responsabilità era a quei tempi della Dott.ssa Ruvo, ha proceduto alla verifica dei periodi presso le PA autodichiarati ed autocertificati dei candidati vincitori (curriculum vitae e autocertificazioni). Alla data del 28.04.2015 risultavano pervenute tutte le attestazioni da parte di tutti gli enti per i quali l’arch. Nocera aveva autocertificato i servizi prestati (tra questi: Ministero della Difesa, Comune di Roma, Comune di Torino, Comune di Vercelli, Comune di Fabriano, Comune di Pancalieri, Comune di Parma, Provincia di Caserta e molti altri) e, risultate veritiere le documentazioni prodotte, sussisteva pertanto il suo diritto al conferimento dell’incarico che non era assolutamente nella discrezionalità dell’Amministrazione.

Infatti l’esistenza di carichi pendenti non consente la preclusione dell’assunzione così come confermato da numerose sentenze del Consiglio di Stato. Quindi in data 05.05.2015, con la determinazione n.231 del Settore 3 Area Tecnica 1 , si conferiva all’arch. Carmine Domenico Nocera l’incarico per la definizione delle istanze di condono edilizio per la durata di tre anni. In data 07.08.2015 questo Ente riceveva, con prot.33921, tramite p.e.c., la rinuncia dell’Arch. Nocera all’incarico conferito. Trascorsi i termini con determinazione n.582 dell’8.09.2015 del Settore 3 Area Tecnica 1, si prendeva atto e si accoglievano le dimissioni presentate dallo stesso.

“E’ ovvio che la vicenda che ha visto coinvolto l’architetto Nocera non può non lasciarci interdetti – dichiara il sindaco di Cisterna, Eleonora Della Penna – Non posso tuttavia non sottolineare che la procedura utilizzata per questa selezione pubblica, così come è buona prassi nel Comune di Cisterna, è stata legittima e trasparente. Voglio ribadirlo per salvaguardare la bontà del lavoro dei nostri uffici. In queste ore abbiamo verificato l’attività svolta dall’architetto durante lo svolgimento del suo breve incarico e non è risultata alcuna pratica da lui istruita, per cui il Comune non ha mai emesso alcun mandato di pagamento a suo favore. E’ ovvio che, al di la della gravità dell’inchiesta che vede coinvolto l’architetto in questione, ogni tentativo di strumentalizzazione della posizione del Comune di Cisterna o dell’amministrazione appare fuori luogo e per questo inaccettabile”.

About Giovanni Soldato 2956 Articoli
Giovanni Soldato, specialista della fotografia.... secondo lui, ottima penna sia in ambito sportivo ma soprattutto nell'ambito dei motori. Nato a Barberino del Mugello appena ha tempo mette le due ruote in pista. Collaboratore de Il Tabloid cura la provincia di Latina, le notizie nazionali e dall'estero.