8 dicembre 2016

La limited edition di Iwata in consegna da gennaio 2016

Yamaha annuncia le modalità di prenotazione della seconda produzione di YZF-R1M. Prodotto per la prima volta nel 2015 ed esaurito in pochissimo tempo, questo speciale esemplare di derivazione da corsa limited edition ha avuto un successo e una richiesta tali da “meritarsi” la conferma anche per il 2016.

Accedendo al sito web dedicato https://r1m.yamaha-motor.eu/it-IT/registration, è possibile da oggi registrarsi e provare a diventare uno dei prossimi possessori della supersportiva di Iwata, disponibile al prezzo di € 23.490 f.c. nell’accattivante colorazione Silver Blu Carbon. Le prime consegne verranno effettuate già nel mese di gennaio 2016.

Dedicata a chi cerca prestazioni ancor più evolute in pista e in strada, YZR-R1M grazie alle proprie impressionanti caratteristiche garantisce in pieno a chi la guida l’imperdibile piacere di godere delle tecnologie più avanzate provenienti dalla MotoGP che includono le sospensioni elettroniche Öhlins Electronic Racing Suspension (ERS), la carena in carbonio e la preziosa interfaccia Communication Control Unit (CCU) che permette di memorizzare molte informazioni tra cui tempi sul giro, velocità, posizione dell’acceleratore, angolo di piega, tracking GPS, e di vedere, comparare e condividere tutti i dati e cambiare i setting con un tablet usando una semplice connessione Wi-Fi.

Inoltre, in seguito al grande successo ottenuto dalla prima edizione, anche per il 2016 i futuri possessori di YZF-R1M avranno l’esclusiva opportunità di partecipare con il proprio mezzo a Yamaha Racing Experience* che avrà luogo in diversi importanti circuiti europei nella prossima estate. E proprio come quest’anno avranno anche il privilegio di girare in pista a fianco di piloti di fama internazionale. Durante l’evento sarà possibile partecipare inoltre a conferenze e workshop, e chiedere consigli professionali sull’assetto da gara ad istruttori qualificati e piloti esperti.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5982 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.