6 dicembre 2016

Sedicenne gay escluso dall’aula, Sen. Divina: “Vicenda assurda, la sessualità appartiene alla sfera privata delle persone”

Il Senatore Sergio Divina è intervenuto ai microfoni della trasmissione “La storia oscura”, condotta da Fabio Camillacci, su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it).

Divina ha commentato così la vicenda del 16enne omosessuale che è stato cacciato dall’aula in una scuola cattolica a Monza: “E’ una vicenda assurda –ha affermato Divina-. E’ una scemenza dire che un ragazzo siccome è gay non può stare in classe. Gli orientamenti sessuali appartengono alla sfera privata delle persone, ogni persona ha diritto di sviluppare la propria sessualità come crede. Io dico solo che è giusto che a livello istituzionale sia stabilito che il matrimonio vero è solo quello tra uomo e donna”.

Qualche anno fa, Divina aveva rilasciato dichiarazioni sull’omosessualità che avevano fatto molto discutere. Stuzzicato di nuovo sul tema da Fabio Camillacci, il Senatore ha dichiarato: “Quella frase non mi appartiene assolutamente, me la mise in bocca il conduttore de “La Zanzara” Cruciani. Girando attorno e girando attorno, mi chiese se avere un figlio gay è una disgrazia. Io risposi che non sarei certo contento di avere un figlio gay, vorrei avere un figlio normale. Poi è chiaro che se ti viene un figlio gay gli vuoi bene lo stesso, come si vuol bene ad un figlio disabile. A un figlio vuoi bene anche se è un menomato o un delinquente, gli vuoi bene in ogni caso. Non ho mai detto però che avere un figlio gay è una disgrazia”.

AUDIO INTERVISTA

http://www.radiocusanocampus.it/podcast/?prog=483&dl=4619