3 dicembre 2016

Calcio – Eccellenza, Vis Artena, Visone: “Col Città di Ciampino non sarà decisiva”

La Vis Artena continua a veleggiare al secondo posto solitario del girone B di Eccellenza. La squadra del patron Di Cori e del presidente Matrigiani ha sbancato anche il Comunale di Pomezia centrando la sua terza vittoria consecutiva: il 2-0 firmato Scacchetti-Prati ha lanciato gli artenesi a quota 10 punti, solo due in meno della capolista Città di Ciampino prossima ospite al Comunale nel big match del quinto turno. «In qualunque caso non sarà una partita decisiva – dice il 28enne centrocampista Alessandro Visone – perché anche se dovesse andar male il campionato rimarrebbe apertissimo. Siamo appena alla quinta giornata, sarà solo una bella partita a cui speriamo assista tanta gente: l’entusiasmo di Artena può essere importante». Visone è arrivato in estate dall’Aprilia proprio per vivere una stagione da protagonista assieme alla squadra. «Per me è il primo campionato di Eccellenza dopo tanti anni di serie D, ma se ho fatto questa scelta è perché mi ha convinto il progetto proposto dal presidente Matrigiani. Sono convinto che con questa squadra potremo in futuro giocare nella categoria superiore». Un passo indietro per parlare della bella vittoria di Pomezia. «Non è stata una gara facile perché loro hanno una buona squadra e tra l’altro hanno perso subito un paio di giocatori per infortunio – commenta Visone – In ogni caso ogni volta che siamo riusciti a velocizzare l’azione, siamo stati pericolosi. Una volta in vantaggio abbiamo gestito con relativa sicurezza la partita, lasciando agli avversari solo un paio di mischie da palla inattiva». Per la Vis Artena è stata la terza partita, su quattro giocate, senza aver subito reti. «Quello è un dato significativo, d’altronde quando si vanno a guardare le statistiche delle squadre che arrivano ai vertici dei vari campionati, la costante è quella delle ottime difese. Noi abbiamo saputo cambiare modulo, passando dall’iniziale 4-3-3 al 4-2-3-1, ma sapendo anche tornare a giocare con il primo sistema: speriamo di continuare così per giustificare gli sforzi fatti dalla società. Qui – conclude Visone – c’è una rosa competitiva non solo negli undici e tutti saranno utili durante questa stagione».